Aprile 16, 2015

Daniele Preda

ABB TRIO 50 kW, inverter di stringa modulare per il fotovoltaico di grossa taglia

A Solarexpo, ABB ha mostrato, tra le molte novità, la rinnovata famiglia di inverter di stringa TRIO, ora disponibile con potenza massima di 50,0 kW.

A Solarexpo, ABB ha mostrato, tra le molte novità, la rinnovata famiglia di inverter di stringa TRIO, ora disponibile con potenza massima di 50,0 kW.

Parliamo di un dispositivo modulare e facile da installare, in grado di offrire una grande flessibilità di integrazione e pensato per i progetti fotovoltaici relativi a impianti di grossa taglia.
Disponibile fino a oggi con una potenza massima di 33 kW, la famiglia di inverter trifase senza trasformatore arriva ora fino alla soglia dei 50 kW, rispondendo alla domanda del mercato commerciale e industriale che chiede installazioni decentralizzate con costi di manutenzione più bassi.
Il nuovo inverter di stringa trifase di ABB si contraddistingue per la concezione modulare con tre componenti principali: una sezione centrale con l’inverter vero e proprio e due moduli laterali con i compartimenti per la connessione in corrente continua a monte (verso l’impianto fotovoltaico) e in corrente alternata a valle (verso la rete). La configurazione del sistema risulta così più flessibile grazie alla possibilità di cambiare i componenti CC e CA per adattarsi a diverse esigenze, anche con interventi di retrofit. Montaggio e smontaggio sono agevolati dalla ripartizione del peso complessivo su tre unità separate e la manutenzione comporta procedure più semplici e costi inferiori, potendo lasciare gli elementi di connessione cablati in impianto e separando solo il modulo inverter.

ABB TRIO 50 kW, inverter di stringa modulare per il fotovoltaico di grossa taglia“La facilità di installazione, messa in opera e manutenzione sta spingendo il mercato verso l’utilizzo degli inverter di stringa anche per impianti fotovoltaici di grandi dimensioni,” afferma Giacomo Bambi, Product Manager di ABB, Product Group Solar. “Il nuovo inverter TRIO 50.0 è stato progettato per espandere la famiglia TRIO con l’obiettivo di massimizzare il ritorno sull’investimento in grossi impianti, sfruttando i vantaggi derivanti da una configurazione decentralizzata. Flessibilità di configurazione e progettazione dell’impianto, semplicità di installazione e messa in opera, così come ridotti requisiti di manutenzione, sono i benefici perseguiti e concretizzati con questo progetto.”

Con TRIO 50.0 l’installazione e la messa in opera sono notevolmente semplificate rispetto alle soluzioni centralizzate, in virtù del peso ridotto degli inverter di stringa e della possibilità di installazione a parete senza opere di muratura o basamenti tipicamente richiesti dagli inverter centralizzati, più pesanti e ingombranti. Grazie al sistema di ventilazione forzata con un sistema di ventole che può essere sostituito facilmente senza aprire l’inverter, TRIO 50.0 offre inoltre il vantaggio di poter essere posizionato sia in verticale (modalità di installazione abituale per gli inverter di stringa), sia in orizzontale, utilizzando un apposito supporto per mantenere l’inverter distanziato dalla superficie di appoggio. L’installazione in orizzontale riduce l’ingombro in altezza, consentendo di collocare l’inverter direttamente sotto la struttura di pannelli fotovoltaici.

 

Tag

Related Posts

FuturaSun e Top Brand PV 2024 per i moduli fotovoltaici

FuturaSun e Top Brand PV 2024 per i moduli fotovoltaici

Moduli solari TOPCon di Astronergy per il progetto negli UAE

Moduli solari TOPCon di Astronergy per il progetto negli UAE

Nextracker, Charles Boynton nominato Chief Financial Officer

Nextracker, Charles Boynton nominato Chief Financial Officer

Maxeon nomina il manager Vikas Desai Direttore Commerciale

Maxeon nomina il manager Vikas Desai Direttore Commerciale