Febbraio 29, 2016

Daniele Preda

Winaico collabora con la Commissione Europea ed evita i dazi antidumping

Winaico è stata riconosciuta come azienda operante nel segmento fotovoltaico e produttrice di dispositivi di qualità da parte della Commissione Europea.

Winaico è stata riconosciuta come azienda operante nel segmento fotovoltaico e produttrice di dispositivi di qualità da parte della Commissione Europea.

Questa certificazione di “genuinità” consentirà l’importazione di moduli da Taiwan verso l’Europa, senza l’imposizione di misure restrittive quali i dazi antidumping attivi per i prodotti cinesi.
Per raggiungere questo obiettivo, Winaico ha cooperato attivamente con la Commissione Europea durante il corso delle indagini in vista di una possibile esclusione dai dazi. Di conseguenza, Winaico è stata riconosciuta come produttore, a tutti gli effetti, di moduli solari e sarà esentata dalle misure punitive, che prevedono tasse del 53,4% e del 11,5%, rispettivamente per i dazi antidumping e quelli compensativi.

“Winaico ha iniziato a vendere moduli solari di alta qualità in Europa nel 2008 e continua a differenziarsi per la propria integrità e per le strategie commerciali etiche adottate”, ha dichiarato Sascha Rossmann, Vice President of Global Sales Winaico. “Abbiamo collaborato pienamente con l’indagine della Commissione Europea, la nostra estraneità circa la controversia in corso sulle importazioni di moduli solari è stata ampiamente dimostrata.”

 

Related Posts

Fotovoltaico in grid parity, l’impianto EOS IM e Capital Dynamics

Fotovoltaico in grid parity, l’impianto EOS IM e Capital Dynamics

Azure Power, 600 MW di pannelli a film sottile da First Solar

Azure Power, 600 MW di pannelli a film sottile da First Solar

FuturaSun illustra il futuro del fotovoltaico alla WCPEC

FuturaSun illustra il futuro del fotovoltaico alla WCPEC

Autodromo di Imola, il crowdfunding per il revamping fotovoltaico

Autodromo di Imola, il crowdfunding per il revamping fotovoltaico