Settembre 11, 2023

Nicola Martello

BayWa è ottimista con gli utili della prima metà dell’anno

Grazie a una prima metà del 2023 generalmente solida, il Gruppo BayWa rimane sulla buona strada. Nei primi sei mesi dell’anno, la società ha generato utili al lordo di interessi e imposte (EBIT) pari a 186,9 milioni di euro (H1/2022: 328,5 milioni di euro). I ricavi nel periodo di riferimento sono stati quasi in linea con quelli dell’anno precedente, pari a 12,6 miliardi di euro (1° semestre 2022: 12,9 miliardi di euro). Il Consiglio di amministrazione di BayWa ha confermato il proprio target per l’esercizio in corso e continua a prevedere un EBIT compreso tra 320 e 370 milioni di euro nel 2023.

Marcus Pöllinger, Amministratore delegato di BayWa
Dopo un eccezionale 2022, la nostra attività sta operando in linea con le aspettative nella maggior parte dei casi. I prezzi delle materie prime, dei fattori di produzione agricoli e dei materiali edili si sono stabilizzati a un livello inferiore, il che si riflette nei nostri margini di negoziazione e, di conseguenza, nei nostri utili. Persino noi, in qualità di fornitori di base, non possiamo sottrarci alle condizioni di mercato, che sono in parte difficili. L’aumento dei tassi d’interesse e l’inflazione elevata stanno ostacolando gli investimenti e il potere d’acquisto. I dati fondamentali non sono cambiati. La sicurezza alimentare globale, l’espansione di energie rinnovabili, la costruzione di abitazioni a prezzi accessibili e la ristrutturazione di edifici efficienti dal punto di vista energetico rimangono questioni politiche e sociali fondamentali. Queste sono proprio le aree in cui BayWa gode di una presenza ampia e internazionale, ed è quindi resiliente alle complesse condizioni di mercato che stiamo attualmente osservando.

Energie rinnovabili e attrezzature agricole sono i fattori chiave degli utili

L’elevata domanda e le opportunità commerciali positive hanno reso i segmenti Energie rinnovabili e Attrezzature agricole le principali forze trainanti dello sviluppo degli utili nella prima metà dell’anno. Il commercio nazionale e internazionale di prodotti agricoli ha beneficiato della volatilità sulle borse mondiali dei cereali, con i prezzi a un livello inferiore rispetto all’anno precedente. Le vendite dei fattori di produzione agricoli sono diminuite anno dopo anno, così come l’attività del segmento energetico che coinvolge carburanti e lubrificanti, che sono considerati i principali indicatori dello sviluppo economico globale. Il segmento Produzione globale ha beneficiato di prezzi più stabili nel settore delle mele provenienti dalla Germania, con prezzi ancora più alti nuovamente possibili da marzo a seguito dei prezzi promozionali dei rivenditori alimentari e delle forti vendite di mele. D’altro canto, un modesto interesse per i prodotti premium tra i consumatori ha avuto un impatto negativo sugli utili, mentre il clima estremo e le sue conseguenze hanno continuato a frenare gli utili nel commercio internazionale della frutta. Sebbene le attività commerciali che coinvolgono BayWa Bau Projekt GmbH stiano procedendo secondo i piani, il drastico calo degli investimenti nelle costruzioni residenziali si riflette nella domanda di materiali da costruzione. Di conseguenza, l’EBIT nel segmento dei materiali edili è diminuito anno dopo anno. Il Consiglio di amministrazione di BayWa ha intrapreso azioni immediate focalizzando le vendite sulla ristrutturazione di edifici.

Prestazioni dei segmenti individuali

Energie rinnovabili

Il segmento Energie Rinnovabili ha registrato ricavi per 3,0 miliardi di euro nei primi sei mesi dell’anno (1° semestre 2022: 2,7 miliardi di euro). L’EBIT è risultato pari a 98,4 milioni di euro (1° semestre 2022: 85,0 milioni di €). Il settore solare e il reddito da fornitore di energia elettrica sono stati i principali fattori che hanno contribuito a questo solido risultato, insieme alla vendita di progetti con una produzione totale di 120 megawatt (MW). BayWa ritiene che questa performance continuerà nella seconda metà dell’anno. Prevede di vendere progetti eolici e solari con una produzione totale di 500 MW prima della fine dell’anno. Allo stesso tempo, il portafoglio di produttori di energia indipendenti (IPP) è destinato a crescere di ulteriori 200 MW a 1 gigawatt (GW).

Energia

I ricavi nel segmento energetico sono arrivati a 1,3 miliardi di euro nel periodo di riferimento (1° semestre 2022: 1,5 miliardi di euro). L’EBIT è diminuito come previsto e si è attestato a 9,3 milioni di euro dopo sei mesi (1° semestre 2022: 20,6 milioni di euro). L’inverno mite, il risparmio di energia e gli alti livelli di accumulo tra i consumatori hanno spinto al ribasso gli utili. BayWa ha venduto una maggiore quantità di pellet di legno anno dopo anno, ma a prezzi molto più bassi rispetto all’anno precedente. L’attività dei lubrificanti, strettamente legata allo sviluppo economico complessivo, è scesa del 15% su base annua. L’espansione della rete di stazioni di rifornimento di gas naturale liquefatto (GNL) e dell’infrastruttura di ricarica per la mobilità elettrica continua senza sosta. In vista del prossimo inverno, la società prevede un aumento della domanda di fornitori di energia termica nella seconda metà dell’anno. Questo settore di attività dovrebbe anche essere sostenuto dall’aumento della tassa sul CO2 sui combustibili fossili, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2024. Sulla base di una leggera ripresa dell’economia globale, BayWa prevede anche un miglioramento dell’attività dei lubrificanti.

Gruppo Cefetra

Con ricavi pari a 2,7 miliardi di euro (1° semestre 2022: 3,1 miliardi di euro) ed EBIT pari a 30,3 milioni di euro (1° semestre 2022: 36,6 milioni di euro), il Gruppo Cefetra ha registrato performance aziendali superiori alla media rispetto agli anni precedenti. Gli utili sono stati ottenuti sfruttando con successo le opportunità di commercio dei cereali e mantenendo le attività di specializzazione a un livello stabile. Dopo la scadenza dell’accordo sui cereali tra Russia e Ucraina e l’attacco della Russia alle infrastrutture agricole ucraine, la situazione sui mercati agricoli internazionali dovrebbe rimanere tesa in futuro. Mentre i mercati dei cereali continuano a risentire di una maggiore volatilità, l’attività specializzata si sta dimostrando resiliente alla crisi, con BayWa che prevede un’ulteriore crescita in quest’area.

Agri Trade & Service

Il segmento Agri Trade & Service ha generato ricavi per 2,8 miliardi di euro nel primo semestre del 2023 (1° semestre 2022: 3,0 miliardi di euro). L’EBIT si attesta a 39,8 milioni di euro (1° semestre 2022: 134,2 milioni di euro) ed è quindi superiore alla media a lungo termine. BayWa ha regolato i contratti di produzione dei cereali nelle attività di commercio agricolo nazionale a prezzi solidi, ma ha visto la sua attività di produzione agricola diminuire bruscamente. Le vendite di fertilizzanti in particolare sono state notevolmente diverse rispetto alla prima metà del 2022, con il mercato ben fornito di prodotti e una modesta domanda tra gli agricoltori nonostante il calo dei prezzi. BayWa si aspetta che, per il momento, questa situazione non cambierà.

Attrezzature agricole

Il segmento delle attrezzature agricole ha raggiunto nuovi record, registrando ricavi per 1,2 miliardi di euro (1° semestre 2022: 1,0 miliardi di euro) e un EBIT di 43,9 milioni di euro (1° semestre 2022: 35,1 milioni di euro). BayWa ha venduto più del 6,6% di macchine nuove nella prima metà del 2023 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La capacità nel settore assistenza e ricambi è ben utilizzata. BayWa prevede che il segmento delle attrezzature agricole manterrà una performance positiva nella seconda metà dell’anno. Una volta che i backlog degli ordini dell’anno precedente verranno approvati, la domanda di attrezzature agricole si normalizzerà nuovamente nei prossimi mesi.

Prodotti globale

Il segmento di prodotti globale ha generato ricavi per 518,1 milioni di euro (1° semestre 2022: 458,8 milioni di euro) nonostante le difficili condizioni sottostanti. L’EBIT è risultato pari a meno 2,1 milioni di euro (1° semestre 2022: 16,4 milioni di euro) nel periodo di riferimento. Il drammatico ciclone tropicale Gabrielle, che ha inondato la Nuova Zelanda a febbraio, ha distrutto parti del raccolto di mele di quest’anno. Di conseguenza, i prodotti disponibili per l’esportazione sono diminuiti del 40%. La carenza di offerta ha portato a un aumento dei prezzi. Nel settore delle mele tedesche, le quantità in eccesso sono state esaurite e i prezzi si sono stabilizzati nuovamente. Tuttavia, i consumatori rimangono reticenti in materia di prodotti di prima qualità, in particolare frutta esotica. BayWa prevede che il segmento di prodotti globale genererà utili positivi per l’intero anno nel 2023, anche se a un livello inferiore rispetto all’anno precedente. Questa previsione si basa sulle aspettative di aumento della domanda in Asia e sull’imminente attività natalizia, quando le vendite di frutta esotica aumentano tradizionalmente.

Materiali da costruzione

La prestazione del segmento dei materiali da costruzione riflette la situazione complessiva del settore edile. Il segmento ha generato ricavi per 978,8 milioni di euro nel primo semestre dell’anno (H1/2022: 1,2 miliardi di euro) nonché un EBIT di 0,7 milioni di euro (H1/2022: 43,5 milioni di euro). L’edilizia commerciale e infrastrutturale ha beneficiato di un aumento degli investimenti, mentre quella residenziale domestica è crollata sotto la pressione di tassi d’interesse elevati e di una diminuzione dei prestiti. Questa situazione sta colpendo soprattutto l’ingegneria strutturale e le coperture. L’azienda ha adottato contromisure immediate, concentrando le vendite sulla ristrutturazione degli edifici. Inoltre, da quattro a sei sedi strategicamente non rilevanti saranno soggette a revisione per quanto riguarda la loro efficienza, con la possibilità di chiusura o vendita. BayWa ritiene che questo periodo difficile non durerà a lungo, poiché la domanda di alloggi e la ristrutturazione ad alta efficienza energetica degli edifici esistenti rimangono ininterrotte. Ciò è visibile anche nelle aspettative relative al contributo agli utili di BayWa Bau Projekt GmbH, che non risentirà del debole sviluppo del mercato dell’edilizia e centrerà i suoi obiettivi. Nel complesso, BayWa ritiene che il segmento dei materiali da costruzione genererà una crescita degli utili nella seconda metà dell’anno.

BayWa sta esaminando diverse opzioni di rifinanziamento, tra cui l’eventuale aumento del volume delle emissioni obbligazionarie esistenti, a seconda delle condizioni prevalenti sul mercato dei capitali.

Tag

Related Posts

FuturaSun e Top Brand PV 2024 per i moduli fotovoltaici

FuturaSun e Top Brand PV 2024 per i moduli fotovoltaici

Comunità energetiche: lo scenario e le normative

Comunità energetiche: lo scenario e le normative

SunDrive Solar e AGL Energy Hubs per il fotovoltaico

SunDrive Solar e AGL Energy Hubs per il fotovoltaico

Report: troppo poche le spese dedicate alle iniziative green

Report: troppo poche le spese dedicate alle iniziative green