Maggio 4, 2012

Giovanni Corti

PANNELLO SOLARE IBRIDO DI BRANDONI SOLARE ALLA CONQUISTA DELLA CLASSE A

Il rivoluzionario pannello ibrido di Brandoni Solare per la produzione congiunta di energia e calore è stato scelto dal Comitato Scientifico di Mostra Convegno Expocomfort/Next Energy come prodotto di eccellenza tra quelli presentati e ammessi al “Percorso Efficienza e Innovazione 2012”.

Il rivoluzionario pannello ibrido di Brandoni Solare per la produzione congiunta di energia e calore è stato scelto dal Comitato Scientifico di Mostra Convegno Expocomfort/Next Energy come prodotto di eccellenza tra quelli presentati e ammessi al “Percorso Efficienza e Innovazione 2012”.

 

Il nuovo pannello ibrido è in gara per l’assegnazione della Classe A 2012, riconoscimento dedicato alle migliori tecnologie per l’efficienza energetica in una logica di integrazione tra edificio e impianti.

Brandoni Solare ha voluto unire alla tecnologia del solare fotovoltaico quella del solare termico, dando origine a una soluzione ottimale che offre la possibilità di produrre energia elettrica e al contempo calore.
Poiché il modulo fotovoltaico è in grado di raccogliere solo una parte dei raggi solari che riceve, con il nuovo pannello ibrido progettato da Brandoni Solare, il calore termico non utilizzato dal pannello fotovoltaico tradizionale viene recuperato e assorbito da uno scambiatore che aiuta a migliorare il rendimento della produzione elettrica del modulo fotovoltaico. Grazie al pannello ibrido è possibile utilizzare l’energia dispersa dal modulo fotovoltaico per produrre acqua calda sanitaria, oppure attraverso un’apposita integrazione, utilizzare l’acqua calda per il riscaldamento domestico.

Quali i vantaggiConsiderevole diminuzione dei costi: l’installazione di un solo pannello sostituisce quella di due pannelli distinti, il fotovoltaico e il termico.Minore superficie occupata. Una superficie coperta con pannelli solari ibridi è in grado di produrre più energia termica ed elettrica rispetto all’energia prodotta da due pannelli separati.Minor deterioramento del modulo fotovoltaico.Nessun problema di manutenzione: si tratta, infatti, di una tecnologia semplice che non richiede troppe problematiche d’installazione e manutenzione.Minor impatto ambientale per la diminuzione di pannelli da installare per produrre energia elettrica e termica.

 

Related Posts

Al Solarexpo 2012 52.500 visitatori B2B

Al Solarexpo 2012 52.500 visitatori B2B

Gse: “Gli incentivi dell’attuale conto energia ancora validi per tre-sei mesi”

Gse: “Gli incentivi dell’attuale conto energia ancora validi per tre-sei mesi”

9REN Group realizza 3 impianti rooftop in Israele

9REN Group realizza 3 impianti rooftop in Israele

Bonfiglioli presenta il nuovo RPS TL 360V

Bonfiglioli presenta il nuovo RPS TL 360V