Gennaio 4, 2013

Cristiano Sala

I moduli Yingli Green superano i test PID TÜV SÜD

Recenti test svolti sui moduli Yingli Green hanno permesso di verificare la resistenza alla degradazione del potenziale indotto, o PID. I laboratori TÜV SÜD hanno messo alla prova i moduli adottando le misure standard di test e hanno evidenziato una degradazione della potenza inferiore allo 0,5%, rispetto a un massimo ammissibile del 5%.

Recenti test svolti sui moduli Yingli Green hanno permesso di verificare la resistenza alla degradazione del potenziale indotto, o PID. I laboratori TÜV SÜD hanno messo alla prova i moduli adottando le misure standard di test e hanno evidenziato una degradazione della potenza inferiore allo 0,5%, rispetto a un massimo ammissibile del 5%.

La procedura di verifica ha una durata di 96 ore, entro le quali i moduli devono sostare in una camera preventivamente predisposta e operare utilizzando la tensione di polarizzazione del sistema standard di 1.000 V. Nel lasso di tempo predeterminato, i moduli sono sottoposti a una temperatura continua di 85°C e a un’umidità relativa dell’85%, per simulare in breve tempo le condizioni di usura nel lungo periodo.

Tag

Related Posts

Il primo progetto solare utility scale di EDP in Italia

Il primo progetto solare utility scale di EDP in Italia

Schletter per il progetto fotovoltaico da 80 MWp EnBW

Schletter per il progetto fotovoltaico da 80 MWp EnBW

AIKO INFINITE, moduli fotovoltaici con efficienza del 25,2%

AIKO INFINITE, moduli fotovoltaici con efficienza del 25,2%

Nextracker e Unimacts per la produzione di supporti solari

Nextracker e Unimacts per la produzione di supporti solari