Inverter residenziali e commerciali, trend e tecnologie

I moderni impianti fotovoltaici vantano una superiore efficienza, grazie a inverter sempre più ottimizzati, in grado di raccogliere tutta l’energia catturata dai pannelli solari. I nuovi dispositivi vantano profili MPPT e algoritmi capaci di minimizzare l’ombreggiamento parziale ma, soprattutto, sono sempre connessi e aperti a future espansioni dell’impianto. Si tratta di un aspetto molto importante, anche quando andiamo ad analizzare i prodotti per il residenziale e il piccolo commerciale.

In questo segmento conta certamente il rapporto prezzo/caratteristiche ma è altrettanto importante la capacità di un prodotto di essere “future-proof”. Con un contesto normativo in via di assestamento e il crescente interesse per le comunità energetica e la generazione distribuita, gli inverter di oggi devono essere “aperti”, “programmabili”, “aggiornabili”.

Il fotovoltaico non è infatti immune alle tendenze “disruptive” che stanno permeando ormai quasi tutti i contesti operativi. La combinazione della tecnologia 5G, l’Internet of Things e l’intelligenza artificiale permetterà di raggiungere nuove vette di efficienza e integrazione. Consentirà inoltre di realizzare prodotti ancora più evoluti: progettati, sviluppati e assemblati presso fabbriche intelligenti 4.0. 

Tra le caratteristiche più richieste ed apprezzate dai clienti, e utili per installatori e manutentori, i sistemi di monitoraggio remotizzati si basano sulla possibilità di connettere l’inverter alla rete dell’edificio e di accedere così a sistemi centralizzati cloud based, offerti dal produttore.

È così possibile avere sotto controllo lo stato del sistema fotovoltaico in real time, con possibilità di analisi storica, ottimizzazione dei consumi e rilevamento delle anomalie.
Ciò consente di migliorare le prestazioni dell’impianto, garantire la resa del sistema, massimizzare la raccolta di energia solare e ridurre i costi di manutenzione aumentando i tempi di esercizio e risolvendo i guasti in modo più efficace.
Nel dettaglio è possibile avere completa visibilità delle prestazioni tecniche ed economiche dell’impianto, incluse mappe interattive e layout dell’impianto. L’utente finale può osservare il grado di produzione fotovoltaica, i consumi e i valori di autoconsumo.

Inverter residenziali e commerciali, trend e tecnologie

Il report statistico e quello in diretta mette solitamente a disposizione i dati in differenti formati testuali e grafici a livello di modulo, stringa e impianto. Gli installatori beneficiano di strumenti di analisi a livello di impianto o dell’intero parco impianti, con la possibilità di reportistica automatica programmabile e scaricabile.
Per un pronto intervento e una manutenzione proattiva, numerose società offrono pacchetti di telecontrollo e dashboard unificate. Si tratta di tool ormai essenziali per garantire continuità di servizio dell’impianto e importati strumenti per aumentare revenue e far crescere il business delle imprese specializzate.

Analogamente, il cliente finale beneficia di un confronto diretto e può, in piena autonomia, verificare lo stato dell’impianto, attraverso App per smartphone e PC appositamente studiate.

Gli inverter possono inoltre gestire specifici carichi, se opportunamente integrati in reti intelligenti e impianti domotica, con l’appoggio di prese intelligenti. Il dispositivo, già centro operativo dell’impianto fotovoltaico, diventa così un collettore di informazioni in grado di operare in modo autonomo.

Un ulteriore passo avanti è, e sarà sempre di più, l’integrazione con batterie e sistemi di accumulo. Mentre il costo di questi prodotti si abbassa di anno in anno, gli inverter più recenti escono di fabbrica già predisposti per operare con gli storage più diffusi. La comunicazione tra inverter e batteria avviene tramite l’apposito cavo via CAN-bus. Grazie alla modularità, caratteristica tipica dei sistemi di accumulo, è possibile incrementare gradualmente la scorta di energia, in funzione delle esigenze e del budget a disposizione.

I listini inverter di molti produttori includono infine specifici inverter con batteria integrata. Si tratta di una soluzione all-in-one compatta, pensata per abilitare fin da subito schemi di autoconsumo residenziale o per il piccolo commerciale.
Anche in questo caso il sistema può essere espanso nel tempo e nasce per una gestione ottimale dei carichi, per esempio in fascia serale, e per l’integrazione con pod di ricarica degli EV.

Indice articoli