L’università di Berlino promuove le soluzioni Fronius e BYD

L’università di Berlino promuove le soluzioni Fronius e BYD

I risultati dell’Energy Storage Inspection 2020 sui sistemi di accumulo evidenziano i vantaggi dell’inverter Fronius Symo GEN24 10.0 Plus e la BYD Battery-Box H11.5.
Si tratta di test condotti dall'Università di scienze applicate per la tecnologia e l'economia di Berlino, presentati all'inizio di marzo. I prodotti Fronius si sono particolarmente distinti nei due casi di riferimento dell'indagine, ottenendo il primo e il secondo posto.

Istituti di controllo indipendenti hanno testato l'efficienza complessiva di 21 sistemi di accumulo domestici e hanno analizzato l'interazione tra inverter fotovoltaici e dispositivi di accumulo a batteria dei 14 produttori partecipanti.
Lo studio sottolinea l'importanza dell'efficienza energetica dei sistemi di accumulo di energia solare, affermando quanto segue: "In uno dei sistemi meno efficienti tra quelli testati, sono state registrate perdite di trasformazione pari a circa 1100 kilowattora all'anno, 600 kilowattora in più rispetto a Fronius, il vincitore del test".

Lo studio quantifica l'efficienza complessiva con l'indice di prestazioni del sistema, abbreviato in SPI (dall'inglese System Performance Index). Per la valutazione sono stati utilizzati due diversi casi di riferimento.

L’università di Berlino promuove le soluzioni Fronius e BYD

Un sistema di riferimento combinava un impianto fotovoltaico da 10 kWp con pompa di calore e auto elettrica, stimando un consumo domestico annuo medio di 5010 kWh/a. Il secondo caso di riferimento, più snello, ha analizzato l'SPI di un impianto fotovoltaico da 5 kWp con lo stesso consumo domestico annuo dello scenario da 10 kWp.

Nella categoria da 10 kWp, la combinazione di inverter ibrido Fronius GEN24 10.0 Plus con BYD Battery-Box H11.5 ha raggiunto un valore SPI del 94%, mai raggiunto prima. Questa soluzione non ha solo guadagnato la testa della classifica, ma è stata anche l'unica combinazione a ottenere la classe di efficienza energetica A, riuscendo a superare ampiamente altri sistemi.

Questa accoppiata ha avuto prestazioni eccellenti anche nella classe da 5 kWp, classificandosi al secondo posto appena dietro il vincitore con il 92,3%. Nella stessa categoria, solo questi due sistemi hanno raggiunto la classe di efficienza energetica A.

La combinazione Fronius-BYD ha raggiunto risultati straordinari nei percorsi di trasformazione dell'energia presi in esame. Questi percorsi descrivono l'efficienza di trasformazione dell'energia fotovoltaica prodotta per apparecchi di consumo, batteria, dalla batteria agli apparecchi di consumo o dalla rete alla batteria. È qui che l'inverter ibrido GEN24 Plus cala uno dei suoi assi, la Multi Flow Technology. Questa tecnologia consente non solo flussi di energia simultanei in tutte le direzioni, ma anche l'accoppiamento in CA e in CC del sistema di stoccaggio a batteria. Nei test, l'inverter Fronius GEN24 Plus è stato in grado di ottenere il massimo grado di efficienza in tutti i flussi di energia rispetto agli altri sistemi.

Il nuovo inverter ibrido GEN24 Plus sarà disponibile a partire da giugno 20201 sia come sistema trifase Symo GEN24 Plus con classi di potenza da 6 a 10 kW sia come sistema monofase Primo GEN24 Plus da 3 a 6 kW. Si tratta di una soluzione all-in-one esclusiva per l’autoalimentazione di energia solare completa, in grado di garantire la massima indipendenza grazie alle opzioni di alimentazione di emergenza integrate.

Al momento dell'invio per l'indagine "Enery Storage Inspection 2020", era ancora in fase di test in combinazione con la BYD Battery-Box H11.5 allora disponibile. Da quando è stato lanciato sul mercato, il GEN24 Plus è compatibile esclusivamente con le nuove e migliorate BYD Battery-Box Premium HVS e HVM.