ENGIE sempre più green: agro-fotovoltaico con Amazon

ENGIE sempre più green: agro-fotovoltaico con Amazon

ENGIE persegue la propria visione green e accelera lo sviluppo nelle rinnovabili in Italia: annunciato il nuovo progetto agro-fotovoltaico in collaborazione con Amazon.

Nel nostro Paese, l’azienda raggiunge circa 500 MW da energia rinnovabile attraverso importanti investimenti strategici.
L’obiettivo è quello di arrivare, entro il 2025, a 1,2 GW di produzione verde, contribuendo al Piano Energia e Clima 2030 per la decarbonizzazione.
La strategia di ENGIE nelle rinnovabili ha visto una forte accelerazione dal 2020 che ha portato a triplicare la capacità installata grazie a mirate acquisizioni: l’azienda ha aggiunto, ai 165 MW di impianti in produzione, ulteriori 150 MW di parchi eolici operativi in Italia e 170 MW di progetti eolici e fotovoltaici in costruzione nel 2021/2022, di cui 142 MW in Sicilia (comprendenti i parchi agro-fotovoltaici in collaborazione con Amazon).

Sempre nell’anno 2020, una joint venture con un partner finanziario ha permesso ad ENGIE di creare una piattaforma di investimenti comune, alimentata dai progetti rinnovabili realizzati dall’azienda.

ENGIE sempre più green

Oltre ad investire in ambito rinnovabili, a fine 2020 ENGIE ha partecipato allo sviluppo dei servizi innovativi di flessibilità, aggiudicandosi la gara “Fast Reserve” indetta da Terna, quale primo operatore per il centro sud e secondo a livello nazionale in termini di MW. ENGIE realizzerà impianti di stoccaggio composti da batterie ad alto contenuto tecnologico per un totale di 42MW.

Damien Térouanne CEO di ENGIE Italia
Negli ultimi anni abbiamo investito molto in energie verdi e oggi abbiamo l’obiettivo di aumentare la capacità dei nostri impianti rinnovabili in Italia da circa 500MW attuali fino a oltre 1 GW, entro i prossimi anni.
Vogliamo continuare a sviluppare progetti greenfield sul territorio, sia in ambito eolico sia agro-fotovoltaico, investendo in asset già operativi e in progetti autorizzati, abbinandoli a sistemi di stoccaggio dell’energia che produciamo. ENGIE è tra i protagonisti della transizione energetica in Italia – prosegue Damien Térouanne - e l’innovativo progetto con Amazon in ambito agro-fotovoltaico ne è la conferma. Guardiamo con aspettative positive al nuovo Ministero della Transizione Ecologica per un approccio più collaborativo da parte di tutti gli attori e auspichiamo una maggiore chiarezza e semplificazione del quadro normativo di riferimento. Ciò permetterà una forte accelerazione per lo sviluppo delle FER in Italia, in linea con gli obiettivi del PNIEC.

ENGIE sempre più green: agro-fotovoltaico con Amazon

 ENGIE e Amazon

Oltre che in Italia, ENGIE e Amazon hanno siglato PPA in USA e in Francia per un totale di 650MW Peak.

L’accordo permetterà di produrre energia rinnovabile per alimentare le sedi di Amazon in Italia e contribuirà al raggiungimento dell’obiettivo Amazon di gestire il 100% del business con energia pulita entro il 2025. Il progetto permetterà inoltre di risparmiare all’ambiente ogni anno oltre 62.000 ton di CO2, l’equivalente raggiungibile piantumando oltre 3,1 milioni di alberi.

Parliamo di un progetto concepito sulla base di un modello contrattuale di Corporate PPA abbinato ad un sistema di pannelli fotovoltaici. Prevede l’uso di una tecnologia innovativa bifacciale montata su inseguitori mono assiali che consentono di catturare sia la luce diretta che quella riflessa dai terreni circostanti permettendo una migliore coltivazione della terra. L’utilizzo di pannelli di taglia grande che riduce la superficie occupata favorendo l’abbinamento tra la produzione di energia elettrica e le coltivazioni agricole.

Il progetto, per il cui finanziamento in fase di finalizzazione su base project financing ENGIE ha incaricato BNP Paribas, Cassa Depositi e Prestiti e Société Générale, rappresenta un ulteriore e decisivo contributo alla roadmap nazionale per l’incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili e conseguente abbattimento delle emissioni di CO2, in linea con l’accelerazione intrapresa dal Governo sulla transizione energetica.

Gli impianti agro-fotovoltaici, tra i primi in Italia, saranno realizzati sul territorio dei Comuni di Mazara del Vallo e Paternò e avranno nel complesso una capacità produttiva di 104 MW di picco. L’energia prodotta verrà destinata per l’80% ad Amazon e per il 20% verrà immessa sul mercato contribuendo al fabbisogno energetico di circa 20.000 utenze domestiche.

ENGIE sempre più green: agro-fotovoltaico con Amazon

Giorgio Busnelli, Director Consumer Goods di Amazon Italia e Spagna
Amazon sta accelerando i suoi investimenti in energie rinnovabili per contribuire a realizzare il Climate Pledge, il nostro impegno a raggiungere zero emissioni nette di CO2 entro il 2040. Siamo i più grandi acquirenti aziendali di energia rinnovabile nel mondo, con una capacità produttiva di 8,5 GW e 206 progetti attivi. Tra questi si inseriscono i primi due parchi fotovoltaici in Italia, che rappresentano una pietra miliare per il nostro percorso. E siamo orgogliosi che questo viaggio parta dalla Sicilia, con questo progetto innovativo realizzato insieme ad ENGIE, che coniuga energia pulita e coltivazioni agricole. Sappiamo che c’è tanto da fare e non c’è tempo da perdere: continueremo a lavorare per proteggere il pianeta, è una priorità assoluta per tutti e ognuno di noi può dare il suo contributo.

Mara Carfagna, Ministro per il Sud e la Coesione territoriale
Il nostro governo è impegnato a fare della transizione ecologica uno dei pilastri del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, in linea con le indicazioni dell'Unione Europea, e il Sud - in particolare - sarà destinatario di una parte consistente delle risorse: circa la metà del totale nazionale riservato ad agricoltura sostenibile, trasporto urbano e tutela del territorio, il 60 per cento di quanto destinato alla sperimentazione sull'idrogeno.
Gli investimenti condotti da ENGIE in Italia per valorizzare le risorse naturali in chiave energetica ne fanno già un player importante in questo campo e l'innovativa partnership con Amazon nel progetto che presentate oggi è un esempio della volontà condivisa di contribuire alla decarbonizzazione del sistema economico italiano.
L'utilizzo della tecnologia agro-fotovoltaica, in particolare, rappresenta un'occasione molto interessante per la Sicilia e per tutto il Mezzogiorno. Il mio augurio è che questo possa essere solo un esempio della capacità del nostro Meridione di attrarre investimenti rivolti alla transizione energetica in chiave moderna e innovativa. Io personalmente e tutto il governo siamo impegnati perché questo accada”.

Vannia Gava, Sottosegretario di Stato per la transizione ecologica, MITE
Un progetto pionieristico che va nella direzione giusta, quella dello sviluppo sostenibile.
Ha una doppia valenza positiva perché non solo consentirà ad una grande azienda come Amazon di compensare il consumo di energia e di fornire servizi digitali a emissioni zero in Italia, ma rappresenta anche un importante investimento di un’altra grande azienda internazionale come ENGIE in una Regione italiana che ha sofferto - come e più delle altre - la crisi economica. Ci auguriamo che questa iniziativa possa diventare un “modello” e possa essere replicata da altre aziende.

Nello Musumeci, Presidente Regione Siciliana
Pensiamo ad una autonomia energetica della nostra Regione scommettendo sullo sviluppo di tecnologie innovative nel settore delle fonti rinnovabili.
L’obiettivo è ambizioso, ma alla portata. In particolare, gli impianti con tecnologia agro-fotovoltaica che si stanno realizzando nell’Isola, oltre a scongiurare il consumo di suolo, soddisfano la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile. E’ un processo virtuoso, uno dei tanti avviati in questi anni, che permetterà di evolvere le politiche energetiche della Sicilia.

Il progetto avrà un’ulteriore ricaduta positiva grazie all’indotto in termini di occupazione, durante i lavori di realizzazione degli impianti e alle convenzioni tra ENGIE Italia e i Comuni, le quali permetteranno alle amministrazioni locali di implementare progetti di sostenibilità ambientale a beneficio dei cittadini, per un valore complessivo di circa 3 milioni di Euro.