Kit fotovoltaici residenziali, autoconsumo economico

Kit fotovoltaici residenziali, autoconsumo economico

I kit fotovoltaico offrono importanti benefici economici dati dall’accumulo e dall’autoconsumo dell’energia all’effettivo fabbisogno, e consentono di aumentare il valore dell’immobile.

Installare un impianto fotovoltaico per la propria abitazione può essere anche semplice ed economico, traendone comunque tutti i vantaggi, sfruttando dei kit fotovoltaici di facile installazione e ormai molto diffusi sul mercato. Si tratta di sistemi che comprendono i principali componenti di un impianto fotovoltaico per avviare una propria produzione di energia e il relativo (opzionale) accumulo e autoconsumo. Il prodotto è facilmente reperibile online, viene recapitato a casa, già pronto per l’installazione dell’impianto, con tutti i materiali necessari (dai pannelli di diversa potenza agli inverter, dalle strutture ai dispositivi di contabilizzazione).

Vi sono diversi kit per connessione alla rete (on-grid), con o senza accumulo, che consentono di produrre elettricità gratuitamente, di autoconsumarla, di avviare lo scambio sul posto o vendere  e re-immettere in rete le eccedenze. I kit stand alone (off-grid), invece, sono ideali per alimentare utenze in zone isolate dalla rete.

In commercio è possibile trovare dal kit piccolo-stand alone, dai 3 watt ai 3 kWh di potenza, anche in versione mobile da giardino o terrazzo e ideale per uso residenziale, al kit medio  tra 4 - 6 kW per il commerciale o grandi abitazioni e al kit grande da 10-20 kW, ideale per aziende o condomini.

I prezzi sono variabili, a partire da poco più di 100 € per un kit base fino a 6.000 € per un kit completo. Un kit fotovoltaico completo, che soddisfa le esigenze di una famiglia, dovrebbe avere una produzione intorno ai 3 kWh: si tratta di investire circa 5.000 € per avere un impianto standard o circa 7.000 € per un impianto con sistema di accumulo.

Perché sono interessanti?

Si tratta di un sistema accessibile a livello economico, grazie a investimenti e sensibilizzazione dei temi legati alle energie rinnovabili, e in particolare nell’ambito del fotovoltaico, e anche grazie alla diminuzione generale dei costi del settore, ancor più se si acquista online, risparmiando rispetto al costo proposto dai professionisti.

Un kit fotovoltaico permette un risparmio economico iniziale di circa 1.000 – 2.000 €, senza il supporto di un professionista, ma c’è da chiedersi se sia meglio investire più soldi per avere la garanzia di essere sempre seguiti.

I kit fotovoltaico offrono, quindi, importanti benefici economici dati dall’accumulo e dall’autoconsumo dell’energia all’effettivo fabbisogno, e consentono di incrementare il valore dell’immobile.

Il vantaggio risiede nella possibilità di scegliere singolarmente materiali e componenti. In contrapposizione a questa possibilità, si può dire che installare un impianto fotovoltaico è un investimento e, affinché abbia la massima resa, esso deve essere progettato in modo ottimale, cucito sulle esigenze della famiglia e della propria abitazione. Grazie a un abbassamento generale dei prezzi, che hanno reso il fotovoltaico molto più accessibile, secondo Wölmann, infatti, il ‘fai da te’ non è poi così conveniente né efficace per 3 ragioni principali:

  1. costi di installazione, assistenza e manutenzione, fuori dal kit: sarà comunque necessario, se non si hanno competenze tecniche ed elettroniche, chiamare un professionista, oltre al fatto che se la documentazione non è esaustiva e precisa si rischia anche di perdere il contributo degli incentivi;
  2. la qualità ha un costo, in quanto influisce sul rendimento: dietro un prezzo basso può nascondersi una qualità inferiore di tutti i componenti e dei materiali;
  3. numero di pannelli e capacità delle batterie sono predefinite: mentre per scegliere il proprio impianto è necessaria una attenta valutazione impiantistica, dei componenti e delle capacità di resa.