FIMER-Dolomiti Energia, Trentino: alberghi più sostenibili

FIMER-Dolomiti Energia, Trentino: alberghi più sostenibili

Vital Hotel Flora di Comano Terme è la prima struttura ricettiva in Italia a installare due PVS- 33-TL di FIMER grazie al supporto di Dolomiti Energia. Il nuovo impianto, della potenza di 64,68 kWp garantirà una produzione annuale stimata in 75.000 kWh di energia pulita e dunque un impatto concreto e positivo per l’ambiente circostante, riducendo le emissioni di CO2 in atmosfera di 48 tonnellate/anno.

Per l’hotel 4 stelle situato tra le splendide valli dolomitiche in località Maso da Pont (Stenico, TN) e circondato dal verde della Valle Salus, il nuovo impianto fotovoltaico è un’azione concreta volta a mitigare il proprio impatto energetico sul territorio, riducendo in maniera considerevole i consumi ma mantenendo standard qualitativi sempre elevati. Si tratta di un impegno necessario anche alla luce del fabbisogno energetico di una struttura alberghiera, oggi molto più alto rispetto al passato a causa degli innumerevoli servizi offerti agli ospiti che comportano un alto dispendio di energia. La conferma arriva dall’indice ICET (Indice Costo Energia Terziario) che riporta come un albergatore spenda, di media, annualmente 59.200 euro in consumi energetici.

Inverter di stringa trifase FIMER

In questo scenario, soluzioni innovative per la conversione di energia come la gamma di inverter di stringa trifase di FIMER sono ideali per ottimizzare i costi realizzativi e operativi degli impianti. Con un dato su tutti: la tecnologia del PVS-33-TL utilizzata in un contesto del genere può facilmente portare ad un risparmio in bolletta ben oltre il 50%. Inoltre, questo tipo di soluzione permette di rispondere al meglio alla sempre più alta richiesta da parte dei turisti di strutture sostenibili con un impatto ridotto sull’ambiente come dimostrano i dati del Sustainable Travel Report 2019 di Booking.com, secondo cui il 73% dei viaggiatori preferisce un hotel eco-sostenibile rispetto ad uno tradizionale.

Da un punto di vista tecnico, invece, gli inverter PVS-10/33-TL garantiscono piena versatilità e sono quindi adatti a qualsiasi configurazione di impianto. E ancora: le elevate funzionalità di comunicazione integrate garantiscono interoperabilità e scambio di dati con gli altri smart devices presenti nell’impianto, grazie alle native elevate capacità computazionali, permettendo una gestione profonda e continua dei flussi energetici Allo stesso tempo, l’assenza di fusibili implica un risparmio sui costi e sui tempi di manutenzione, riducendo al massimo gli interventi in loco.

Dolomiti Energia Solutions srl in qualità di EPC ha realizzato il progetto affidandosi a Trentino Ingegneria srl per la progettazione. Alla ditta Elettrogroup snc, invece, è spettata la gestione delle fasi operative di realizzazione dell’impianto che ha visto come fornitore dei materiali necessari PM Service srl.