Il tetto RENOLIT migliora l’impronta ecologica di Bally

Il tetto RENOLIT migliora l’impronta ecologica di Bally

L’azienda Bally sceglie RENOLIT per rinnovare le coperture della propria sede di Caslano, nel Canton Ticino. Lo storico marchio - che produce scarpe e accessori di lusso, con oltre 250 negozi e in 72 duty free shop, ha ristrutturato il vecchio capannone industriale, trasformandolo in un sito all'avanguardia per tecnologia e sostenibilità ambientale.

La soluzione RENOLIT ALKORPLAN Solar

L'intervento realizzato da Enerbuild Swiss ha interessato una superficie complessiva di 3.225 metri quadrati, per la quale è stata utilizzata inizialmente la membrana RENOLIT ALKORPLAN F 1,8 mm, un manto sintetico in PVC-P armato internamente con rete di poliestere e resistente ai raggi UV.

In prossimità dei fissaggi è stato poi installato dalla società Romande Energie il sistema ultraleggero RENOLIT ALKORPLAN Solar per un totale di 2.238 metri lineari, equivalente a 746 profili, dove successivamente sono stati montati i profili di appoggio dei pannelli fotovoltaici.

Oltre a essere leggero e resistente, RENOLIT ALKORPLAN Solar ha due importanti vantaggi, che lo rendono particolarmente adatto per le coperture sintetiche in PVC-P che ospitano impianti fotovoltaici: la membrana di impermeabilizzazione non deve mai essere forata e per fissare i pannelli solari non devono essere usate zavorre che gravano sul tetto.

RENOLIT ALKORPLAN Solar ha anche una messa in opera facile, affidabile e rapida, semplici sono anche la manutenzione o l’eventuale sostituzione dei pannelli fotovoltaici. Il prodotto è stato tecnicamente approvato (DIBt) ed è in grado di sopportare venti fino a 200 Km/h. Sul tetto di Bally l'impianto fotovoltaico installato ha una potenza di 444KW, grazie al quale ora l'85% dell'energia elettrica totale e del riscaldamento della sede di Caslano è generato da pannelli solari. Dopo il rifacimento del tetto, le scarpe Bally hanno insomma un'impronta ecologica migliore e più sostenibile nel tempo.