Novembre 9, 2021

Daniela Rimicci

Riello Elettronica: la continuità elettrica è smart e strategica

Maurizio Tortone di Riello Elettronica spiega gli sviluppi tecnologici che guidano la strategia dell’azienda, legata al concetto ‘smart’ già da diversi anni.

Riello è da sempre un’azienda che si prodiga nello sviluppo di progetti tecnologici inerenti alla trasformazione dell’energia, in particolare per i gruppi di continuità e inverter per applicazioni fotovoltaiche. Ce ne parla Maurizio Tortone, product manager UPS e Riello Solar Tech di Riello Elettronica.

La nostra strategia – ci racconta – è quella di seguire degli sviluppi innovativi volti a supportare le tendenze di mercato. Lavorando da sempre nel contesto della continuità elettrica e della qualità dell’energia, abbiamo sempre strutturato studi legati all’ampio concetto “smart”. Mi riferisco, quindi, a smart city, smart grid, dove il gruppo di continuità gioca un ruolo strategico a livello impiantistico.

Con l’introduzione dell’Ecobonus e del Superbonus 110%, la parte relativa all’accumulo – legata sempre al tema della smart grid – è diventata sempre più preponderante: offre agli utenti la possibilità di stoccare l’energia in eccesso per utilizzarla all’effettivo fabbisogno. Questo sistema amplifica ancora di più l’importanza del gruppo di continuità elettrica, che deve operare al meglio.

Riello per il residenziale

Riello ha presentato anche alcune novità di prodotto, legate all’ambito fotovoltaico: gli inverter ibridi abbinati a un sistema opportuno di batterie per un completo sistema di storage, prevalentemente per l’applicazione residenziale, da 3,6 Kw o 6 Kw. Questi inverter – gli ultimi nati in casa Riello Solar tech con tecnologie di ultima generazione – hanno integrato all’interno un modulo di backup, che consente la continuità per i carichi preferenziali con una linea dedicata; l’efficienza è davvero elevata e gli standard nominali sono tra i più alti, per esempio possiamo arrivare a un sovraccarico del 150%. Il nostro inverter può lavorare anche in una condizione ‘a isola’, collegato ai moduli batteria può semplicemente fare la conversione dei moduli fotovoltaici, e accumulare l’energia in eccedenza.

https://www.youtube.com/watch?v=X79hs87E5lw|600|450|0

Le batterie Riello

Per quanto riguarda le batterie, ogni modulo ha il proprio BMS: questo consente una configurazione modulare, che in caso di criticità a un modulo batteria vi è comunque la ridondanza totale sugli altri moduli installati. L’energia massima a cui è possibile arrivare è pari a 30 Kw/ora, con un’installazione massima di 6 moduli batterie da 4,8 Kw/ora. Un altro aspetto importante delle batterie è che possiedono la capacità di scarica completa (DUD del 100%), sfruttando così tutta la potenzialità.

I sistemi devono, oggi più che mai, essere integrati e comunicanti: abbiamo configurazioni tramite app, software dedicati e cloud; i nostri sistemi sono interconnessi e integrabili con protocolli di comunicazione proprietari e non (ndr: Mobbas, Jbas); non ultima la connessione Wi-fi per applicazioni domestiche.

Riello per l’industria

In ambito industriale, Riello presenta il sistema di storage ibrido HBS (Hybrid Battery Storage) integrato nel concetto di smart grid: un vero e proprio sistema di batterie (ndr: al piombo e al litio) che gestisce i flussi energetici e che definiamo un UPS bidirezionale. La struttura, infatti, può essere collegata a monte a un campo fotovoltaico, alla rete oppure a un gruppo elettrogeno. Il sistema garantisce flussi energetici in funzione dell’autoconsumo dei carichi e in base alle fonti di alimentazione.

Related Posts

Imecon presenta SolarDOOH: digital signage off-grid per smart cities

Imecon presenta SolarDOOH: digital signage off-grid per smart cities

Integrazione AVEVA Insight con Apollo di Helios per l’asset management

Integrazione AVEVA Insight con Apollo di Helios per l’asset management

L’energia che avanza, il concorso a premi SENEC

L’energia che avanza, il concorso a premi SENEC

Controllata Canadian Solar e Appalachian Power: fotovoltaico da 150 MWac

Controllata Canadian Solar e Appalachian Power: fotovoltaico da 150 MWac