Giugno 30, 2022

Cristiano Sala

Moduli a film sottile prodotti in modo responsabile

First Solar ha firmato un accordo quadro con National Grid Renewables per 2 GW di moduli a film sottile avanzati e prodotti in modo responsabile.

I prodotti selezionati fanno parte della piattaforma tecnologica avanzata per moduli thin film al tellururo di cadmio (CadTel) di First Solar. La consegna è prevista nel 2024 e nel 2025 negli Stati Uniti.

Negli ultimi dieci anni, National Grid Renewables e First Solar hanno collaborato a più progetti, tra cui il Prairie Wolf Solar Project da 200 MW, reso recentemente operativo in Illinois, e il Noble Solar 275 MW e Storage 125 MWh, attualmente in costruzione Progetto in Texas. In qualità di azienda amica degli agricoltori e incentrata sulla comunità, National Grid Renewables sviluppa progetti per società e servizi pubblici che cercano di rilanciare la rete elettrica americana riaccendendo le economie locali e reinvestendo in un futuro sostenibile.

Moduli fotovoltaici avanzati a film sottile

Progettati e sviluppati nei suoi centri di ricerca e sviluppo (R&S) in California e Ohio, i moduli fotovoltaici avanzati a film sottile prodotti in modo responsabile da First Solar stabiliscono parametri di riferimento del settore per qualità, durata, affidabilità, design e prestazioni ambientali. È l’unico dei dieci maggiori produttori mondiali di energia solare ad essere membro della Responsible Business Alliance (RBA), la più grande coalizione industriale del mondo dedicata a sostenere i diritti e il benessere dei lavoratori e delle comunità nella catena di approvvigionamento globale.

I moduli di First Solar hanno un’impronta di carbonio 2,5 volte inferiore e un’impronta idrica tre volte inferiore rispetto al pannello solare medio in silicio cristallino realizzato con celle prodotte in Cina.

First Solar sta investendo 680 milioni di dollari nell’espansione della capacità di produzione solare di 3,3 GW all’anno, costruendo il suo terzo impianto di produzione negli Stati Uniti, a Lake Township, Ohio.
La nuova struttura dovrebbe essere messa in servizio nella prima metà del 2023 e, quando sarà pienamente operativa, aumenterà l’impronta dell’azienda nell’Ohio nord-occidentale fino a una capacità annua totale di 6 GW.

Fabbriche e investimenti

First Solar ha investito oltre 2 miliardi di dollari nella sua presenza manifatturiera negli Stati Uniti e, quando la terza fabbrica sarà pienamente operativa, impiegherà direttamente oltre 2.500 persone in Ohio, supportando al contempo circa 15.000 posti di lavoro indiretti attraverso la sua catena di approvvigionamento americana.

Oltre ai suoi impianti di produzione in Ohio, First Solar gestisce anche stabilimenti in Vietnam e Malesia e sta costruendo un nuovo stabilimento da 3,3 GW in India, che dovrebbe essere messo in servizio nella seconda metà del 2023. Con l’espansione di First Solar negli Stati Uniti e India e l’ottimizzazione della sua flotta esistente, la società prevede che la sua capacità di produzione di targa raddoppierà a 16 GW nel 2024.

Related Posts

762 moduli in silicio monocristallino per l’impianto Lafert

762 moduli in silicio monocristallino per l’impianto Lafert

Comunità Energetiche Rinnovabili, l’indipendenza a “portata di tetto”

Comunità Energetiche Rinnovabili, l’indipendenza a “portata di tetto”

Impianti fotovoltaici, il Barometro di Elmec Solar

Impianti fotovoltaici, il Barometro di Elmec Solar

Campania, fotovoltaico in crescita secondo Otovo

Campania, fotovoltaico in crescita secondo Otovo