Maggio 15, 2023

Nicola Martello

FuturaSun produce celle solari con una fabbrica da 10 GW

FuturaSun ha siglato un accordo con il governo della città di Huai’an, nella provincia cinese dello Jiangsu, per la costruzione di una fabbrica di celle solari.

Altra importante milestone per FuturaSun nel progetto di verticalizzazione della propria filiera fotovoltaica: con la signing ceremony dello scorso 10 maggio, l’azienda italiana entra a pieno titolo tra i big dei produttori di celle fotovoltaiche al mondo.

Il progetto prevede la costruzione di una gigafactory di 266.000 metri quadrati. L’investimento sarà inizialmente di 150 milioni di euro e si svilupperà in due fasi. Nell’arco di 3 anni, una volta completato e messo in funzione, l’impianto avrà una capacità produttiva annua di 10 GW di celle solari ad alta efficienza di ultima generazione basate sulla tecnologia TOPCon di tipo N.

La produzione, altamente automatizzata in tutto il suo processo, avrà inizio nella primavera del 2024 e le celle saranno parte integrante dei moduli FuturaSun sia per la gigafactory italiana sia per quelle in Cina. La verticalizzazione porterà ad ancora maggiore garanzia di qualità, maggior autonomia di approvvigionamento, maggior capacità di affrontare le evoluzioni tecniche e tecnologiche del futuro.

Fotovoltaico Italia - Cina, intervistiamo il CEO FuturaSun

Alessandro Barin, co-founder e CEO di FuturaSun
Si tratta di un progetto straordinario e senza precedenti in cui il Gruppo italiano si pone come obiettivo di entrare in un’arena finora riservata ai big player cinesi. È una conferma della nostra capacità di toccare traguardi sempre nuovi, concretizzando sogni considerati irrealizzabili. Futurasun va oggi a consolidare la filiera del gruppo, a garantire l’approvvigionamento del principale costituente del modulo, la cella, e a presidiarne la qualità per gli stabilimenti non solo cinesi, ma anche – e soprattutto – Europei. Questo investimento rafforzerà il legame tra Italia e Cina, tratto distintivo della nostra azienda.

Grande importanza agli investimenti in ricerca e sviluppo, alla sostenibilità ambientale

Alla cerimonia della firma erano presenti le autorità distrettuali cinesi e italiane. Zhu Haibo, Segretario del Comitato del Partito del Distretto di Qingjiangpu, ha espresso gratitudine per l’attenzione e il supporto nei confronti del territorio. Alessandra Palumbo, Il Console Aggiunto del Consolato Generale d’Italia a Shanghai ed Ermanno Vitali, Membro del Consiglio della Camera di Commercio Italiana in Cina hanno manifestato particolare stima nei confronti di FuturaSun, una realtà italiana che fin dalla sua nascita ha dato grande importanza agli investimenti in ricerca e sviluppo e alla sostenibilità ambientale. Il co-founder e COO di FuturaSun, Xu Ning, ha sottolineato come l’ottima collaborazione tra FuturaSun e il distretto porterà a numerosi vantaggi reciproci.

celle solari

Per la produzione dei propri moduli fotovoltaici FuturaSun ha realizzato una prima gigafactory a Taizhou nel 2020 ed è ora in fase di avanzamento una seconda gigafactory e l’HQ Asia a Suzhou. Entrambe si trovano all’interno dell’ampio distretto fotovoltaico della provincia del Jiangsu, dove l’azienda italiana ha saputo affermarsi tra i colossi del fotovoltaico per capacità, determinazione e visione strategica.

Da qualche mese FuturaSun sta perseguendo anche l’ambizioso piano di reindustrializzazione europea della filiera fotovoltaica con il progetto di una gigafactory a Cittadella (PD), dove è sito l’HQ Europa dell’azienda.

Tag

Related Posts

Nextracker con Unimacts apre uno stabilimento a Las Vegas

Nextracker con Unimacts apre uno stabilimento a Las Vegas

First Solar inaugura un impianto di produzione in Louisiana

First Solar inaugura un impianto di produzione in Louisiana

Autoconsumo industriale, NetOn Power punta a 300 MW in Italia

Autoconsumo industriale, NetOn Power punta a 300 MW in Italia

Surgital affida a CGT il revamping della cogenerazione

Surgital affida a CGT il revamping della cogenerazione