Novembre 27, 2023

Nicola Martello

Il sistema XL 100 di Energy e il bando per l’agrivoltaico

Il recente bando Parco Agrisolare del PNRR, con un budget di circa 1 miliardo di euro per contributi a fondo perduto, ha posto l’accento sull’importanza della transizione ecologica dei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, offrendo alle aziende la possibilità di accedere a contributi significativi per l’implementazione di soluzioni innovative nel campo energetico agrivoltaico.

In questa direzione, Energy S.p.A. si dimostra un punto di riferimento nell’offerta di sistemi di accumulo per l’energia, sia per uso residenziale sia per applicazioni su larga scala, offrendo soluzioni energetiche pensate appositamente per le esigenze del settore agrivoltaico e C&I.

Sotto la direzione commerciale di Ignazio Borelli, la società, con sede operativa in provincia di Padova, ha conquistato una posizione di rilievo sul mercato, con oltre 50 impianti di grossa taglia venduti e installati in tutta Italia e in Europa. Risultato che dimostra competenza e affidabilità anche oltre i confini nazionali.

Qui di seguito Borelli risponde ad alcune domande sull’azienda Energy e sui mercato dell’agrivoltaico.

Fondata nel 2013, e quotata dal 1 agosto 2022 sul mercato Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, Energy si dimostra come un’azienda attenta all’attualità. Qual è la mission che volete portare avanti?

La nostra mission è quella di promuovere una transizione energetica sostenibile attraverso soluzioni innovative, efficienti e adattabili. Crediamo fermamente nella necessità di un futuro energetico pulito e ci impegniamo a fornire prodotti e servizi che contribuiscono a realizzare questa visione.

Cosa rende i vostri prodotti unici e differenti dagli altri sul mercato?

Non solo offriamo sistemi di accumulo sicuri e all’avanguardia, ma il nostro software proprietario personalizzabile permette ai clienti di ottimizzare l’accumulo energetico in base alle loro esigenze specifiche.

Questa combinazione di hardware e software ci rende unici nel panorama attuale. In questo caso XL 100 è stato progettato pensando a progetti di agrivoltaico, ma abbiamo installato oltre 50 impianti della gamma XL, che risponde alle esigenze del segmento C&I (Commerciale & Industriale), offrendo flessibilità, efficienza e facilità di installazione.

Quanto è importante per voi l’ambito ricerca e sviluppo e come vi muovete in tale direzione?

Viviamo in un settore in rapidissima evoluzione, e investire in R&D significa rimanere al passo con le esigenze del mercato e anticipare le tendenze future. Abbiamo un team dedicato che lavora costantemente all’innovazione, sia ottimizzando i prodotti esistenti che esplorando quotidianamente nuove soluzioni e tecnologie.

Quali sono le differenze e le vicinanze tra i mercati europei in cui siete presenti?

Ogni mercato europeo ha le sue peculiarità in termini di regolamentazione, cultura energetica e potenziale di crescita. Tuttavia, c’è una crescente consapevolezza e un desiderio comune in tutta Europa di passare a fonti di energia più pulite e sostenibili.

Questa tendenza comune ci offre l’opportunità di applicare le nostre soluzioni in vari contesti, pur rispettando le specificità locali.

Quali sono i prossimi scenari per la vostra attività?

Dall’anno prossimo, saremo ancora più autosufficienti producendo le batterie direttamente in Italia (in joint venture con PylonTech). Inoltre, l’integrazione dei nostri sistemi con l’Energy Management System, il software e la capacità di fornire supporto personalizzato in ogni fase, ci rende un partner privilegiato.

L’assistenza post-vendita e l’attenzione al successo dell’impianto completano l’offerta, permettendoci di garantire una qualità e un’efficienza superiori in ogni fase.

Tra i differenti settori coinvolti nell’attuale dibattito politico sulla transizione energetica, quello agrivoltaico si contraddistingue come una tra le frontiere più promettenti nel panorama delle energie rinnovabili. Quali sono le sue caratteristiche e le sue prospettive sociali ed economiche?

L’agrivoltaico rappresenta l’integrazione tra l’agricoltura e la produzione di energia fotovoltaica. In termini sociali, offre la possibilità di produrre energia pulita mentre si coltiva il terreno, massimizzando l’uso dello spazio.

Economicamente, permette agli agricoltori di avere un ulteriore reddito, garantendo al contempo un approvvigionamento di energia rinnovabile. Questa combinazione presenta enormi potenzialità, in particolare in un’epoca in cui la sostenibilità e l’autosufficienza energetica sono cruciali.

Il recente bando Parco Agrisolare mette in evidenza l’importanza di promuovere le energie rinnovabili, incentivandole con contributi a fondo perduto.

Gamma zeroCO2 XL: certificata e all’avanguardia

La gamma zeroCO2 XL è certificata secondo gli standard CEI 0.21/CEI 0.16/VDE, garantendo così prestazioni di alta qualità e rispetto delle normative europee. Questa gamma è composta da diversi prodotti, ciascuno progettato per soddisfare specifiche esigenze energetiche:

  • zeroCO2 XL-100: un prodotto “all-in-one” progettato per semplificare le procedure richieste dal bando Agrivoltaico. È composto da un Power Conversion System (PCS) da 60 kW che carica e scarica 109 kWh di batterie al LiFePo4, il tutto racchiuso in un unico armadio. È disponibile sia in versione da interno che da esterno, garantendo massima flessibilità di installazione
  • zeroCO2 XL indoor: questo sistema modulare parte dall’unità base da 60 kW/125 kWh e consente di adattare il sistema energetico alle esigenze specifiche dell’utente. È possibile scalare la capacità fino a livelli multi-MWh per soddisfare le richieste energetiche più elevate
  • zeroCO2 XL Shell: questo prodotto è ideale per applicazioni all’aperto, in cui il sistema di storage deve essere esposto agli elementi. Disponibile in diverse configurazioni di potenza fino a 300 kW/981 kWh, è dotato di un sistema di climatizzazione per mantenere le batterie alla temperatura ottimale. Inoltre, offre un sistema di rilevazione fumi e di soppressione incendio con fluido estinguente, garantendo la massima sicurezza
  • zeroCO2 XL BOX: per applicazioni che richiedono capacità multi-MWh, Energy Spa offre due prodotti in container attrezzati e climatizzati da 1,2 e 2,4 MWh. Questi container possono essere facilmente parallelizzati per aumentare la capacità complessiva del sistema

Tag

Related Posts

LG debutta nel mercato dello storage con nuove soluzioni

LG debutta nel mercato dello storage con nuove soluzioni

Growatt al KEY Energy 2024 con inverter e batterie

Growatt al KEY Energy 2024 con inverter e batterie

Finanziamento da 160 milioni di dollari per Recurrent Energy

Finanziamento da 160 milioni di dollari per Recurrent Energy

L’attività BESS di Nidec ASI è in forte espansione

L’attività BESS di Nidec ASI è in forte espansione