Luglio 4, 2024

Nicola Martello

10 proposte per individuare le aree per il fotovoltaico

ITALIA SOLARE, a seguito di un confronto generale con i soci in occasione dell’assemblea svoltasi mercoledì 26 giugno, ha individuato dieci possibili criteri che le Regioni dovrebbero considerare ai fini dell’individuazione delle aree idonee per il fotovoltaico.

Paolo Rocco Viscontini, Presidente di ITALIA SOLARE
Premesso che i criteri generali di individuazione delle aree idonee dovrebbero essere oggetto di preventivo confronto tra le Regioni per delineare un approccio il più possibile omogeneo, come Associazione, nell’interesse comune di mantenere bassi i prezzi dell’energia e tutelare paesaggio e agricoltura, abbiamo individuato alcune priorità che ci permettiamo di suggerire alle Regioni, ma riteniamo essenziale che il Parlamento corregga il decreto agricoltura, consentendo di installare impianti fotovoltaici con moduli a terra in aree classificate agricole ma di scarso o nessuno pregio agricolo, promuovendo l’autoconsumo e permettendo l’agrivoltaico in tutte le configurazioni che assicurano la sostanziale continuità dell’attività agricola.

L’Associazione ritiene che sia opportuno considerare subito idonee, con atto immediato delle Regioni, le seguenti aree per il fotovoltaico:

  1. Aree già impermeabilizzate, come ad esempio i parcheggi
  2. Aree a destinazione industriale, artigianale e commerciale
  3. Aree su cui occorrono interventi di bonifica, cave e miniere
  4. Aree su cui sono proposti impianti per l’autoconsumo, anche a distanza, e per comunità energetiche
  5. Aree su cui insistono richieste di impianti con connessione reale, dove non servono importanti e lunghi interventi di rafforzamento della rete
  6. Aree nelle immediate vicinanze di stabilimenti industriali o di zone industriali, artigianali e commerciali, anche se agricole, sulle quali permettere anche la realizzazione di più economici impianti con moduli a terra, per garantire la fornitura di energia elettrica alle imprese a costi contenuti e stabili

Con atti successivi, si suggerisce che siano considerate idonee almeno le seguenti tipologie di aree per il fotovoltaico: 

  1. Terreni agricoli non rientranti in aree protette, non produttivi, e quindi considerati «marginali», perché privi di disponibilità di acqua o delle caratteristiche per essere coltivati. In questi casi è bene consentire anche normali impianti con moduli a terra
  2. Terreni agricoli non coltivati da tempo ma con caratteristiche per tornare a essere coltivati, da considerare idonei per gli impianti agrivoltaici di qualunque configurazione
  3. Aree agricole in cui si installano impianti agrivoltaici in tutte le configurazioni, purché garantiscano una sostanziale continuità agricola e rientrino in progetti di supporto allo sviluppo delle attività agricole
  4. Aree sulle quali sono stati o saranno presentati progetti di accumuli, sempreché non siano gravate da vincoli

Disponibilità al confronto

ITALIA SOLARE è disponibile e pronta ad argomentare a ciascuna delle Regioni le proprie proposte per il fotovoltaico.

Paolo Rocco Viscontini
Considerato che il futuro del fotovoltaico si gioca soprattutto sul consenso delle comunità locali, come Associazione proponiamo, inoltre, una coerente gestione dei procedimenti di connessione, nuovi e in corso, e delle Via nazionali affinché le stesse comunità, enti locali e regioni possano disporre di una adeguata visibilità dei progetti realisticamente realizzabili sui propri territori, nel rispetto degli obiettivi da raggiungere nel medio e lungo termine. Allo stesso modo servirebbe una proposta di aggiornamento della disciplina delle misure di compensazione, ancora regolate dalle linee guida nazionali del 2010. ITALIA SOLARE definirà un vademecum per lo sviluppo, la progettazione, realizzazione e gestione degli impianti di dimensione significativa, che possa essere utilizzato su base volontaria dagli operatori, con l’auspicio che possa rappresentare un utile riferimento per gli enti pubblici preposti alla valutazione dei progetti e con l’obiettivo di favorire anche il dialogo con il territorio e la massimizzazione delle ricadute.

Tag

Related Posts

Rinnovabili: EF Solare Italia acquisisce SCS Ingegneria

Rinnovabili: EF Solare Italia acquisisce SCS Ingegneria

Norma case green: 2,5 mln di italiani pronti a vendere casa

Norma case green: 2,5 mln di italiani pronti a vendere casa

Enfinity Global e Nova Aeg firmano un PPA per 7,8 MW

Enfinity Global e Nova Aeg firmano un PPA per 7,8 MW

FIEE SGR apre in Spagna per la transizione energetica

FIEE SGR apre in Spagna per la transizione energetica