Novembre 28, 2022

Daniele Preda

Funzionalità smart: gli inverter Fronius definiscono nuovi standard

Autoconsumo ed efficienza energetica sono fondamentali per la transizione energetica: gli inverter Fronius sono dotati di funzioni intelligenti per assicurare la gestione ottimizzata dell’energia prodotta

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una crescita delle installazioni di impianti fotovoltaici residenziali, commerciali e industriali con l’obiettivo di ridurre i costi delle bollette energetiche. Una problematica, quella dell’aumento del costo dell’energia, che negli ultimi mesi ha assunto dimensioni importanti. Autoconsumare l’energia prodotta, evitando di cederla alla rete, è decisamente conveniente e soprattutto permette di abbattere i costi energetici.

Fronius, per rispondere a questa esigenza, propone inverter efficienti e flessibili con funzionalità smart integrate per massimizzare l’autoconsumo, ottimizzare la resa dell’impianto fotovoltaico, gestire più flussi di corrente simultaneamente.

L’inverter, di fatto, è il cervello dell’impianto fotovoltaico e grazie alle funzioni sviluppate da Fronius – come Energy Management, Zero Feed-In, Multi Flow Technology – è possibile aumentare l’efficienza del sistema nel suo complesso e ridurre gli sprechi energetici.

Gestione ottimizzata dell’energia

Quando si installa un impianto FV è fondamentale dotarlo di tutto ciò che serve per monitorare il livello di produzione, le fasce orarie più proficue, quando inizia e finisce l’irraggiamento dei moduli.

Negli inverter Fronius GEN24 Plus il sistema di monitoraggio è già integrato e deve solo essere configurato dall’installatore durante la messa in funzione dell’impianto; lo stesso vale per la versione full degli Snapinverter. Inoltre, tutti gli inverter Fronius sono nativamente dotati della funzione di Energy Management che permette di impostare dei parametri per l’utilizzo dell’energia in surplus.
Una volta attivate queste componenti, installatori e clienti finali potranno controllare la produzione degli impianti fotovoltaici tramite il portale online gratuito Fronius Solar.web (disponibile anche in versione app). Così si ottimizza l’autoconsumo diretto, riducendo sia la bolletta elettrica sia le emissioni di CO2 legate alla produzione di energia da fonti fossili. Fronius Solar.web rende trasparenti i flussi di energia e individua i valori di rendimento e di consumo dell’impianto fotovoltaico, sia in tempo reale sia sotto forma di grafici mensili e annuali.

Tra le funzioni più apprezzate degli inverter Fronius troviamo la riduzione dinamica della potenza che permette di controllare l’energia immessa in rete dall’inverter, fino ad azzerarla (Zero Feed-In), semplicemente impostando la soglia d’immissione desiderata. In questo modo un inverter Fronius, dotato di monitoraggio e collegato a Fronius Smart Meter, è in grado di fornire l’energia necessaria ad alimentare i carichi selezionati e, successivamente, di ridurre in modo dinamico la potenza prodotta per rispettare la soglia impostata. La funzione Zero Feed-In è programmabile dall’interfaccia web Energy Management intervenendo sul limite di potenza massima da erogare in rete.

Massima efficienza con la Multi Flow Technology

Gli inverter installati insieme ad un sistema di accumulo devono essere in grado di controllare in modo intelligente ogni flusso energetico per massimizzare i livelli di autoconsumo. Inoltre, per ottenere la miglior efficienza possibile, tutti i flussi energetici devono essere gestiti in contemporanea.

La Multi Flow Technology, di cui sono dotati gli inverter Fronius GEN24 Plus, permette una gestione così completa dei flussi energetici, ottimizzando sia la produzione, sia l’autoconsumo degli utenti finali.

Fronius Solar.creator per la configurazione degli impianti

Grazie a questa tecnologia la gamma Fronius GEN24 Plus è predisposta anche per l’integrazione di un sistema di accumulo elettrico, anche successivamente all’installazione, senza dover intervenire sull’impianto esistente per aggiungere altre componenti. Le batterie si possono collegare sia sul lato AC, sia sul lato DC, offrendo così la massima flessibilità di configurazione all’installatore e completa libertà di scelta ai clienti sul tipo di investimento e sul momento in cui lo vogliono effettuare.

Proprio il fatto che consente di gestire più flussi di energia, diventa facile l’integrazione degli inverter ibridi Fronius con tecnologie di terze parti che contribuiscono ad incrementare l’autoconsumo (come pompe di calore, wallbox e colonnine di ricarica, sistemi di ventilazione meccanica, ecc.).

Integrazione impiantistica completa con le I/O digitali

A completamento delle funzioni smart ci sono le I/O digitali e il protocollo di comunicazione aperto, che facilitano l’integrazione degli inverter Fronius con tecnologie di terze parti come batterie di accumulo, pompe di calore, sistemi di ventilazione meccanica, wallbox e colonnine di ricarica. Impianti che, integrati con il fotovoltaico, migliorano la qualità della vita degli utenti finali senza pesare sulla bolletta: infatti, l’introduzione di tecnologie innovative alimentate da energia elettrica rende possibile un’importante riduzione dei costi mensili proprio grazie all’autoproduzione dell’impianto FV.

È consigliata l’installazione di un Fronius Smart Meter per la misurazione dei consumi di energia così da individuare e quantificare i surplus di energia con cui alimentare nuove soluzioni per l’efficienza energetica, come una pompa di calore per la climatizzazione estiva o invernale oppure un Fronius Wattpilot per la ricarica dell’auto elettrica.

Tag

Related Posts

Con Bluetti indipendenza energetica e remote working

Con Bluetti indipendenza energetica e remote working

SMA Italia per la comunità energetica solidale Critaro

SMA Italia per la comunità energetica solidale Critaro

I vantaggi di un impianto fotovoltaico per le imprese

I vantaggi di un impianto fotovoltaico per le imprese

Vetreria Etrusca, l’impianto fotovoltaico BayWa r.e da 2,4 MWp

Vetreria Etrusca, l’impianto fotovoltaico BayWa r.e da 2,4 MWp