Aprile 17, 2023

Nicola Martello

Silla per l’interazione rinnovabili – mobilità elettrica

Mobilità elettrica – E’ recente la notizia dell’accordo raggiunto tra il Parlamento Europeo e il Consiglio Ue sulla riforma della direttiva in materia di energie rinnovabili: un segnale incoraggiante per promuovere e accelerare la realizzazione di impianti solari, idrici, pompe di calore, a biomassa, eolici nell’Unione Europea, che consente un avvicinamento sempre più chiaro agli obiettivi di Parigi per la neutralità climatica entro il 2050. La ricetta è certamente una, ma la sinergia tra tutte le strade del mondo delle rinnovabili non può che facilitare questa transizione. È questa l’opinione di Silla Industries, start up padovana inserita dal Financial Times all’80° posto tra le società a più rapida crescita in Europa, che punta su prodotti atti a sostenere questo dialogo: le nuove colonnine di ricarica elettrica Prism assicurano la perfetta sinergia con gli impianti fotovoltaici domestici per gestire in modo ottimale l’accumulo di energia, un aspetto che consente a queste soluzioni di inserirsi al meglio all’interno di un sistema sempre più virtuoso e smart per la gestione dei consumi.

Prism Solar S

In particolare, la gamma di colonnine di ricarica Prims Solar si arricchisce con Prism Solar S che, al posto di cavo e connettore come le Prism Solar, è dotato di presa Type 2S per le installazioni semipubbliche o pubbliche, dove sono richieste soluzioni che non siano dotate di cavo e connettore.

Alcuni paesi europei, come ad esempio quelli francofoni, richiedono esplicitamente colonnine di ricarica dotate di presa invece che con cavo e connettore. La presa di Prism Solar S è dotata di otturatore, per la massima sicurezza di utilizzo, a protezione dei contatti elettrici anche in caso di guasto della colonnina. Prism Solar S è disponibile anche in versione con connettività GSM (LTE) a fianco delle tradizionali connessioni ethernet o WiFi.

Alberto Stecca, CEO di Silla Industries
L’accordo raggiunto in queste ore favorisce l’ottimismo per il futuro ma soprattutto per il presente dell’e-mobility per un mondo sempre più sostenibile. Ci accorgiamo ogni giorno di più di come sia la sinergia tra soluzioni diverse ad attrarre clienti e distributori del mercato europeo: ecco perché la nuova soluzione aderisce agli standard di sicurezza UE, favorendo così l’adozione delle nostre soluzioni anche da parte dei paesi d’oltralpe che dimostrano uno spiccato apprezzamento anche per questa nuova branca del Made in Italy.

Tag

Related Posts

FuturaSun e Top Brand PV 2024 per i moduli fotovoltaici

FuturaSun e Top Brand PV 2024 per i moduli fotovoltaici

Nextracker, Charles Boynton nominato Chief Financial Officer

Nextracker, Charles Boynton nominato Chief Financial Officer

Maxeon nomina il manager Vikas Desai Direttore Commerciale

Maxeon nomina il manager Vikas Desai Direttore Commerciale

FuturaSun: le caratteristiche che i moduli devono avere

FuturaSun: le caratteristiche che i moduli devono avere