Febbraio 28, 2024

Nicola Martello

KEY – The Energy Transition Expo: un calendario molto ricco

Un programma convegnistico di qualità e dalla forte componente internazionale, che si affianca agli 800 brand in mostra, attende la community della transizione energetica a KEY – The Energy Transition Expo, l’evento di IEG (Italian Exhibition Group) di riferimento in Sud Europa, Africa e bacino del Mediterraneo.

Fra il 28 febbraio e il 1° marzo, alla fiera di Rimini, i numerosi eventi, convegni e dibattiti, definiti dal Comitato Tecnico Scientifico di KEY, presieduto dal professor Gianni Silvestrini e formato da Istituzioni, Associazioni industriali di categoria, Associazioni tecnico-scientifiche, Enti e Fondazioni, animeranno le sale e le Agorà della fiera di Rimini per approfondire il tema dell’efficienza energetica a 360° e riflettere sulle trasformazioni che stanno caratterizzando il mercato dell’energia e sulle politiche energetiche e climatiche in Europa alla luce dei nuovi PNIEC.

Il palinsesto degli eventi di KEY 2024 costituirà l’occasione per conoscere e presentare le principali innovazioni tecnologiche e scoprire le nuove opportunità che la transizione energetica offre ai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, ma anche per confrontarsi con gli esperti del settore, ascoltando il punto di vista di relatori di rilievo provenienti dal mondo accademico, della ricerca, dalle Istituzioni, dalle Associazioni e dalle aziende.

Forumtech

Mercoledì 28 febbraio, presso la Sala Neri 1, l’appuntamento dell’associazione Italia Solare rivolto a produttori, progettisti, installatori di impianti fotovoltaici e a tutti gli attori della filiera connessa al fotovoltaico, che vogliono approfondire le novità e le opportunità tecnologiche e normative presenti sul mercato, per rimanere aggiornati sugli ultimi sviluppi di un settore in continua evoluzione. L’evento prevede un programma suddiviso in sessioni parallele, ognuna delle quali farà un approfondimento verticale sulla normativa tecnica o sulle tecnologie principali afferenti agli impianti fotovoltaici di qualunque dimensione e applicazione.

KEY Energy Summit

Mercoledì 28 febbraio alle ore 14.30, presso la Cupola Lorenzo Cagnoni – Innovation Square, è in programma il KEY Energy Summit, in occasione del quale Alessandro Marangoni presenterà lo studio realizzato da Althesys dal titolo “Il governo del sistema, la chiave per la transizione”. Una strategia coordinata per rinnovabili, storage e reti per decarbonizzare l’Italia.

 Seguirà una tavola rotonda in cui ANEV, ANIE Rinnovabili, Assoidroelettrica, CIB (Consorzio Italiano Biogas), Coordinamento FREE, Elettricità Futura, Federidroelettrica e Italia Solare discuteranno “Le proposte delle Associazioni delle rinnovabili”.

 Nelle conclusioni, il punto di vista del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, illustrate dal Ministro Gilberto Pichetto Fratin. L’evento si apre con i saluti istituzionali di Corrado Peraboni, Amministratore Delegato di Italian Exhibition Group. Introduce Gianni Silvestrini, Presidente Comitato Tecnico Scientifico di KEY.

Filiere del futuro: presentazione del 2° rapporto sulla geografia produttiva delle rinnovabili in Italia

 Giovedì 29 febbraio alle ore 11.00, presso la Cupola Lorenzo Cagnoni – Innovation Square, sarà presentato Filiere del Futuro: 2° Rapporto sulla geografia produttiva delle rinnovabili in Italia, promosso da Fondazione Symbola e Italian Exhibition Group, in collaborazione con le principali associazioni di categoria del comparto quali AIEL, ANEV, ANIE, Federidroelettrica, Italia Solare.

Il rapporto analizzerà le prospettive di sviluppo delle rinnovabili da qui al 2030 e le caratteristiche e la distribuzione settoriale e territoriale delle imprese attive e potenzialmente attive nelle filiere del fotovoltaico, eolico, idroelettrico, solare termico, geotermico e bioenergie.

L’evento di KEY si apre con i saluti di Alessandra Astolfi, Global Exhibition Director Green & Technology Division di IEG. Alla presentazione del Rapporto, curata da Domenico Sturabotti, Direttore Fondazione Symbola, e Gianni Silvestrini, Presidente Comitato Tecnico Scientifico KEY, seguiranno due tavole rotonde. Modera Nicola Saldutti, giornalista del Corriere della Sera.

Premio Innovazione Lorenzo Cagnoni

Mercoledì 28 febbraio alle ore 17.00, presso la Cupola Lorenzo Cagnoni – Innovation Square, sarà consegnato il Premio Innovazione Lorenzo Cagnoni.

Eventi internazionali

Il palinsesto di KEY ha una vocazione ancora più internazionale.

Focus sull’Africa e sulla necessità di accelerare sull’elettrificazione sostenibile del continente per far fronte alla crescente domanda di energia, nell’evento Scaling-Up a sustainable electrification in Africa, for Africa with Africa. Side Event RES4Africa – Towards G7 Energy, curato da RES4Africa, preparatorio al G7 Energia di Torino e diviso in due sessioni dedicate rispettivamente a Nord Africa e Medio Oriente e ai Pesi subsahariani, in programma il 29 febbraio dalle ore 14 alle ore 17 e il 1° marzo dalle 10 alle 13.

Venerdì 1° marzo dalle 10.30 alle 13, il convegno EUPD Research Conference Session | Addressing the Challenges of Europe’s Solar & Storage Boom (Large-scale Focus), curato da Ibesa – International Battery and Energy Storage Alliance analizzerà per i visitatori di KEY gli ultimi progressi, le tecnologie all’avanguardia e le nuove tendenze nel segmento dello storage utility scale nei principali mercati europei, offrendo una panoramica completa sui temi caldi del settore, dagli investimenti ai progetti più rivoluzionari, fino all’esplorazione delle nuove opportunità nella co-locazione dei sistemi di stoccaggio su larga scala.

Solare, fotovoltaico, storage ed eolico

Mercoledì 28 febbraio, torna alla fiera KEY di Rimini, per la sua quarta edizione, il ForumTech dell’associazione Italia Solare.

Forte l’attenzione al tema dello stoccaggio elettrico utility scale e agli aspetti normativi e autorizzativi, nell’evento MACSE: Il mercato a termine dei sistemi di stoccaggio elettrico curato da ANIE Federazione, per offrire una panoramica sulle policy di promozione dello stoccaggio utility scale e le best practice adottate in Europa dagli Stati membri, mettendo in evidenza i principali elementi dello schema italiano (29 febbraio).

Centrale a KEY anche il tema delle Comunità Energetiche Rinnovabili, su cui si soffermeranno gli eventi Le comunità energetiche rinnovabili e solidali di Legambiente: focus su BeComE, la campagna nei Piccoli Comuni realizzata con Kyoto Club e AzzeroCO2, a cura di Kyoto Club e Legambiente, per presentare il Report sulle CER esistenti e analizzare le prospettive delle comunità energetiche e del loro ruolo per affrontare il tema sempre più pressante della povertà energetica non solo nei piccoli comuni (29 febbraio), e l’Osservatorio per le Comunità Energetiche di ENEA, che per il secondo anno raggrupperà imprese, Pubblica Amministrazione, utility, Istituti di ricerca, Associazioni e liberi professionisti, con l’obiettivo di analizzare l’intera filiera di creazione e gestione delle CER, individuando le criticità, contribuendo alla definizione di policy, standard e best practice e supportando PA, cittadini e imprese in questa nuova sfida energetica e gestionale con ricadute ambientali, economiche e sociali (1° marzo).

ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile curerà a KEY, venerdì 1° marzo, l’evento Il solare termico a concentrazione a supporto della decarbonizzazione del sistema energetico italiano: opportunità, sfide, criticità, ruolo degli stakeholder dedicato all’analisi della situazione attuale della tecnologia in Italia e dei suoi punti di forza e alla presentazione delle prime esperienze applicative.

Di eolico si occuperanno tre eventi curati da ANEV: La semplificazione per raggiungere gli obiettivi PNIEC e L’industria eolica per la transizione energetica giovedì 29 febbraio, e il Summit sull’eolico offshore in Italia e in Europa per approfondire le prospettive della tecnologia offshore nell’area del Mediterraneo attraverso l’analisi della normativa di settore, le esperienze europee e le testimonianze delle aziende (1° marzo).

Key Energy, le rinnovabili di oggi per un futuro low carbon

Scenario rinnovabili

 Fra gli eventi trasversali al tema della transizione energetica, Efficienza e rinnovabili per accelerare il processo di transizione energetica. La ESCo come attore centrale per raggiungere gli obiettivi del PNIEC, a cura di AssoEsco (28 febbraio), Progetto SUN4U, sviluppare le CER con un click, a cura di Federesco (28 febbraio), Le utility e la transizione, dalle rinnovabili ai consumatori. Come cambia il ruolo e l’offerta della utility verso nuovi scenari di sostenibilità a cura di Althesys e Utilitalia (29 febbraio) e Scacco matto alle rinnovabili 2024. A che punto siamo con lo sviluppo delle rinnovabili e il raggiungimento degli obiettivi climatici? Quali i blocchi che ancora impediscono lo sviluppo di queste tecnologie? a cura di Legambiente, per far incontrare i diversi stakeholders del settore e fare il punto sulle criticità da affrontare e sulle possibili soluzioni da mettere in campo per accelerare la transizione energetica (29 febbraio).

Sempre giovedì 29 febbraio, Elettricità Futura curerà l’evento dal titolo Transizione energetica: meno costi e più sicurezza per il Paese: un’occasione per riunire Istituzioni e imprese leader del settore elettrico e discutere le azioni più urgenti per rendere il quadro normativo e autorizzativo un volano per la transizione del Paese.

Elettricità Futura, insieme ad ANIE Federazione, organizzerà anche Accumuli e Reti: abilitatori della transizione energetica in Italia per parlare delle azioni da intraprendere rapidamente per sviluppare le reti elettriche di trasmissione e distribuzione e la nuova capacità di accumulo.

Dedicato a una tema di profonda attualità, legato alle manifestazioni di queste ultime settimane, l’evento a cura di Kyoto Club Proteste trattori: quali opzioni per coniugare agricoltura sostenibile, energie rinnovabili e mercati del carbonio?, che analizzerà le problematiche e le opportunità della transizione energetica in questi settori (28 febbraio).

Il GSE curerà l’incontro Le CER come driver della transizione energetica. Il ruolo del GSE a supporto degli operatori, con l’obiettivo di approfondire le opportunità legate alle comunità energetiche rinnovabili e alle configurazioni di autoconsumo per la condivisione di energia rinnovabile (29 febbraio).

L’evento Le Regioni alla sfida della neutralità climatica. Presentazione di CIRO: il primo database con dati e buone pratiche delle Regioni italiane a cura di Italy For Climate vedrà la partecipazione del Governo, di Enti pubblici e Governatori regionali e costituirà l’occasione per presentare la piattaforma CIRO (Climate Indicators for Italian RegiOns), ovvero il primo tool interattivo, sviluppato da Italy for Climate in collaborazione con Ispra per supportare le Amministrazioni regionali nel processo di decarbonizzazione dei propri territori, che attraverso 26 indicatori articolati in otto aree tematiche, consente di analizzare, monitorare e mettere a confronto le prestazioni di tutte le Regioni italiane e di condividere le buone pratiche.

Giovani per le Comunità Energetiche Rinnovabili a cura di Kyoto Club analizzerà i risultati del workshop “Transizione energetica e architettura a basse emissioni di carbonio”, sul quale per 4 mesi si sono cimentati al Politecnico di Torino 60 studenti del Master in Architettura Sostenibile provenienti da diversi Paesi, tra cui Afghanistan, Cina, Colombia, Egitto, Etiopia, Finlandia, Georgia, Germania, India, Iran, Italia, Libano, Messico, Nigeria, Sri Lanka e Turchia.

Di agrivoltaico si parlerà nel convegno Lo sviluppo dell’agrivoltaico sostenibile, la complessità del modello ibrido a cura di ENEA, nel corso del quale saranno affrontati i principali nodi da sciogliere per lo sviluppo del settore in Italia.

Sullo stesso tema, venerdì 1° marzo si soffermerà l’evento Il valore dell’agrivoltaico sostenibile, dimensioni e metriche a cura di AIAS – Associazione Italiana Agrivoltaico Sostenibile, Clust-ER Greentech dell’Emilia-Romagna.

 Venerdì 1° marzo è in programma l’evento, a cura di ANEV, ANIE Federazione, H2IT e Italia Solare, Gli investimenti privati nazionali ed esteri per lo sviluppo delle filiere green e per la decarbonizzazione dei sistemi produttivi: gli obiettivi e gli strumenti di MIMIT/Invitalia.

 Lo stesso giorno Italian Exhibition Group in collaborazione con ReteAmbiente organizzano la Presentazione della terza edizione “Scuola di Alta Formazione per la Transizione Ecologica” – SAFTE 2024.

 Sempre venerdì 1° marzo il convegno Produzione, Autoconsumo e Condivisione di Energia Termica, a cura di ENEA, si pone l’obiettivo di porre le basi per un confronto con le Istituzioni al fine di supportare le politiche energetiche per il raggiungimento degli obiettivi del PNIEC e rafforzare l’intera filiera del settore: saranno presentati i risultati e le principali osservazioni sui temi della produzione, dell’autoconsumo e della condivisione di energia termica, con lo scopo di delineare possibili strategie future utili al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione posti dall’Unione Europea.

La tutela del paesaggio sarà al centro di La tutela del paesaggio nella transizione energetica, una sfida possibile. Come unire crescita delle rinnovabili e salvaguardia del patrimonio naturale e artistico? a cura di Althesys: un convegno che sostiene un futuro energetico sostenibile e armonioso, in cui le FER possano diventare una risorsa integrata nei territori, rispettosa dell’ambiente e delle comunità che le ospitano (1° marzo).

Infine, Coordinamento Free curerà il convegno sulle Nuove soluzioni per gli accumuli di lunga durata, il Tecnopolo di Rimini, in collaborazione con Uni.Rimini spa, il Centro per le Comunità Solari, Gruppo SGR Rimini, Riviera Banca e Level4, l’evento Transizione energetica: le comunità solari e la responsabilità d’impresa e Borghi più Belli d’Italia Borghi Resilienti, energia Sostenibile: esplorando le Comunità Energetiche Rinnovabili nei piccoli comuni, una sessione di approfondimento su: evoluzioni normative, opportunità di contribuzione e agevolazioni, creazione, possibili forme giuridiche e requisiti specifici per la configurazione delle Comunità Energetiche, aspetti fiscali, incentivi ed energie rinnovabili nei borghi. Saranno presentate le migliori esperienze, con esempi concreti che le Amministrazioni comunali hanno saputo implementare per la realizzazione delle CER (1° marzo).

agrivoltaico

Idrogeno

Importante lo spazio che il palinsesto di KEY 2024 dedica all’idrogeno.

Combustione di Idrogeno e transizione energetica, a cura di ENEA, si propone di illustrare lo stato dell’arte della combustione di miscele a diverso contenuto di idrogeno, evidenziandone le principali criticità e condividendo risultati, progetti e iniziative (28 febbraio). Si parlerà anche dell’Accumulo di idrogeno: elemento di connessione tra produzione ed utilizzo, per fare il punto con le aziende e gli organismi di ricerca coinvolti nello sviluppo di sistemi di accumulo per diverse applicazioni, sia stazionarie che per la mobilità, discutendo delle diverse condizioni operative, delle caratteristiche tecniche, dei vantaggi e svantaggi, dei possibili rischi connessi, nonché degli aspetti legati agli standard ed alle normative esistenti con l’obiettivo di stimolare la nascita di un processo che possa favorire il mercato delle nuove tecnologie per l’accumulo di idrogeno, anche consolidando regolamenti tecnici e norme, al fine di facilitarne l’utilizzo in applicazioni reali (28 febbraio).

Hannover Fairs International GmbH e Italian Exhibition Group organizzano Hydrogen + Fuell Cells, per discutere del contributo che l’idrogeno può portare nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi climatici europei e delle sfide che le industrie devono affrontare nel percorso di transizione verso un futuro a basse emissioni (28 febbraio).

 L’idrogeno nei settori difficili da decarbonizzare; dalla sperimentazione ai grandi impianti, di ENEA e H2IT, si soffermerà sull’importanza dell’idrogeno per la decarbonizzazione dei settori hard-to-abate e sulla necessità di costruire una supply chain forte di fornitori, soluzioni e tecnologie a costi competitivi per sviluppare un vero e proprio mercato dell’idrogeno. Il convegno approfondirà i progetti in corso d’opera in Italia e gli ultimi sviluppi tecnologici delle aziende per fornire prodotti hydrogen ready (29 febbraio).

Di Hydrogen Valley parlerà Le Hydrogen Valley italiane: un’opportunità per lo sviluppo della filiera idrogeno nazionale?, organizzato da ENEA e H2IT, per fare il punto sullo stato attuale di sviluppo delle valley italiane e approfondire criticità e principali applicazioni dell’idrogeno rinnovabile (29 febbraio).

Venerdì 1° marzo, Il contributo dell’idrogeno nell’evoluzione del trasporto navale e aereo e nella trasformazione dei porti e degli aeroporti, sempre a cura di ENEA e H2IT, affronterà il ruolo dell’idrogeno per la decarbonizzazione della mobilità e della logistica dei trasporti (soprattutto pesanti e a lunga percorrenza), senza dimenticare le sfide tecnologiche legate sia ai veicoli sia alla trasformazione degli hub logistici, di scambio merci e trasporto di persone, come i porti e gli aeroporti, dando risalto alle iniziative delle aziende e degli enti e alle soluzioni a supporto di questa trasformazione.

Giovedì 29 febbraio si parlerà di Idrogeno Verde: strategie nazionali e opportunità di collaborazione con i Paesi dell’America Latina nell’evento a cura di IILA, Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana, nel corso del quale verranno presentate le strategie nazionali sull’idrogeno verde nei Paesi latinoamericani e si discuterà sulle opportunità di sviluppo e investimento nella regione.

Infine, ART-ER in collaborazione con la Vanguard Iniative, Pilot Hydrogen curerà l’evento Strengthening Hydrogen Ecosystem through Cross-Regional Collaboration and Innovation (1° marzo).

Efficienza energetica

Anche l’efficienza energetica sarà al centro degli eventi in programma a KEY 2024.

Si parte mercoledì 28 febbraio con La revisione della UNI CEI 11339: l’EGE protagonista nella transizione energetica a cura di FIRE e Assoege, focalizzato sulle modifiche della nuova norma su EQF (quadro europeo delle professioni), energy auditor e nuovi compiti, conoscenze e abilità che un professionista dovrà avere per ottenere la certificazione, e L’efficienza energetica a servizio del mondo sportivo a cura di Federesco che avrà l’obiettivo di coinvolgere gli operatori del settore per sensibilizzarli in vista del grande investimento previsto sugli impianti sportivi, fortemente colpiti dalla crisi e sui quali sono necessari interventi di efficienza per garantire riduzione dei costi in bolletta, risparmio energetico e produzione di energia rinnovabile, e ragionare sulle possibili soluzioni.

Si parlerà anche di Post superbonus. Proposte per riqualificazione energetica degli immobili, in un seminario a cura di Coordinamento Free per fare il punto sulle politiche in vigore e ragionare su proposte migliorative, di Misura e verifica dei risparmi energetici e di Energy manager: nomina, ruolo, risorse in due eventi curati da FIRE (29 febbraio).

SmartEN – Smart Energy Europe organizza, giovedì 29 febbraio, il convegno La flessibilità della domanda: benefici per consumatori e contributo per un sistema decarbonizzato più efficiente, per presentare il potenziale della flessibilità dei consumatori in Europa al 2030 e illustrare modelli di business di successo che contribuiscono sia a rendere la transizione energetica più efficiente sia a compensare direttamente i consumatori.

Venerdì 1° marzo sono in programma, a cura di Regione Emilia-Romagna e ART-ER in collaborazione con i partner del Progetto Life integrato PREPAIR, gli eventi Efficientamento energetico nei processi produttivi: l’esperienza del progetto PREPAIR e Finanziare gli interventi di efficientamento energetico nelle imprese: criteri e strumenti.

Solar Exhibition and Conference By Key Energy

Mobilità elettrica

Sul fronte della mobilità elettrica, il primo evento previsto, dal titolo L’infrastruttura di ricarica che verrà (28 febbraio), a cura di ANIE, si propone di approfondire il ruolo imprescindibile del tema infrastrutturale come fattore abilitante per l’e-mobility, chiedendosi se è vero che in Italia l’infrastruttura di ricarica è insufficiente, se gli attuali tempi di ricarica sono incompatibili con le abitudini degli automobilisti italiani e se la rete di distribuzione sia in grado di sopportare il carico di molti veicoli elettrici, con uno sguardo a tecnologie come Plug&Charge, V1G e V2G. ENEA curerà, invece, La mobilità elettrica tra presente e futuro (28 febbraio).

L’evento Le competenze per fare impresa e lavorare nella mobilità elettrica, a cura di Motus-E, esplorerà le prospettive dell’ecosistema automotive energetico italiano, coinvolgendo esponenti dell’industria, delle Istituzioni e del mondo della formazione in un dibattito volto a individuare il percorso giusto per massimizzare la competitività delle aziende e del Paese (29 febbraio).

Sempre con Motus-E e Kyoto Club e in collaborazione con Ecomondo, il Comitato Tecnico Scientifico di KEY curerà il convegno Veicoli commerciali alla (ri)carica! Elettrificazione del trasporto merci in Italia e attuazione delle infrastrutture di ricarica per approfondire con Enti, Istituzioni, gestori delle reti stradali ed elettriche e operatori del settore logistica e trasporti, l’attuale contesto normativo europeo sull’elettrificazione dei veicoli commerciali e l’attuazione in Italia del regolamento AFIR per le infrastrutture di ricarica (29 febbraio).

Venerdì 1° marzo Vaielettrico si occuperà di approfondire il tema della Mobilità elettrica e materie prime critiche: disponibilità, estrazione sostenibile, riciclo e nuove frontiere della ricerca.

Sustainable city

Spazio al tema della Sustainable City, a partire da L’iniziativa Europea per l’innovazione nell’ambiente costruito: Built4People curato dal Comitato Tecnico Scientifico di KEY in collaborazione con Green Building Council Italia: l’appuntamento approfondirà, alla presenza di rappresentanti della Commissione Europea, il programma e i progetti di rigenerazione urbana a favore non solo dell’efficienza energetica, ma anche del benessere e della sicurezza delle persone nell’ambiente costruito (28 febbraio).

Sempre il CTS di KEY con ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani curerà, giovedì 29 febbraio, Il punto su policy, strumenti e azioni per efficientare gli asset dei Comuni: il filo conduttore è decarbonizzazione, transizione energetica e sostenibilità climatica, a partire dai consumi e dall’efficientamento energetico degli asset delle amministrazioni locali sulla frontiera più innovativa, che vede oggi l’aggiornamento della strategia energetica nazionale e del PNIEC. L’evento prevede il lavoro condotto sul Tavolo “Civile” del PNIEC da MASE e ENEA sui temi dell’efficientamento del patrimonio e degli asset pubblici, a partire dalla mappatura del patrimonio e dalla proposta di nuove leve fiscali che aumentino l’efficacia di intervento. Tra i temi affrontati, oggetto degli interventi dei Comuni: efficientamento energetico, NZEB, alla luce della nuova Direttiva EU “Case Green”, nuove tecnologie e fonti rinnovabili da valorizzare, quale ruolo integrato tra edifici e mobilità, gli obiettivi sfidanti delle città zero carbon emission e il connubio tra interventi nature-based ed risparmio idrico, anche alla luce delle opportunità legate al PNRR.

Ancora il CTS di KEY, in collaborazione con LUMI, si soffermerà, nell’evento dal titolo Città e territori a misura di persona, sulla necessità di riprogettare infrastrutture e servizi mettendo il cittadino al centro e su quanto stanno facendo enti locali e operatori del settore in questo momento di cambiamento (29 febbraio).

Incontri di luce

Grazie alla consolidata collaborazione con AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione), nel programma convegnistico di KEY ci sarà spazio anche per l’illuminazione e il ruolo che ricopre nella realizzazione delle città del futuro. I 4 talk dal titolo Incontri di Luce, presso l’Arena Incontri di Luce (Stand 161 – Pad. B5), consentiranno di approfondire il tema dell’importanza dell’illuminazione efficiente per la transizione energetica, coinvolgendo tutti i protagonisti del settore. Professionisti, esperti, aziende, utility e rappresentanti della Pubblica Amministrazione potranno confrontarsi, condividere le loro esperienze e riflettere sul futuro di una luce sempre più intelligente, interattiva e sostenibile.

Nello specifico i talk si occuperanno di: Prestazioni energetiche dei sistemi di illuminazione degli edifici residenziali e sistemi di controllo (28 febbraio), Fotovoltaico e illuminazione d’emergenza nei disastri ambientali e nelle guerre e Stato dell’arte dell’utilizzo dei fondi del PNRR destinati all’illuminazione pubblica (29 febbraio), Il ruolo dell’illuminazione nell’efficientamento energetico industriale (1° marzo).

Salotto solare

Confermato l’appuntamento con il Salotto Solare (Workshop Arena, Pad. C1).

Giovedì 29 febbraio, Sergio Ferraris presenterà il suo libro Vivere felici senza gas, che fornisce tutte le informazioni necessarie per tagliare le bollette e rendersi indipendenti dal gas, facendo luce sulle tecnologie esistenti e dimostrando che è possibile cambiare partendo dal modo di consumare e produrre l’energia.

Nella stessa giornata, l’incontro dal titolo Gli errori fecondi – Come gli sbagli possono contribuire al progresso a cura di Giovanni Battista Zorzoli analizzerà errori clamorosi, prevalentemente scientifici, commessi da personaggi noti, come gli errori di calcolo di Colombo o l’investimento sbagliato che rischiò di far fallire John Rockefeller.

Tag

Related Posts

Comunità energetiche: lo scenario e le normative

Comunità energetiche: lo scenario e le normative

AEROCOMPACT presenta i nuovi ganci per i tetti a tegole

AEROCOMPACT presenta i nuovi ganci per i tetti a tegole

SunDrive Solar e AGL Energy Hubs per il fotovoltaico

SunDrive Solar e AGL Energy Hubs per il fotovoltaico

Report: troppo poche le spese dedicate alle iniziative green

Report: troppo poche le spese dedicate alle iniziative green