Marzo 13, 2024

Nicola Martello

Con sonnenPro FlexStack, sonnen ha l’accumulo per C&I

A KEY 2024 sonnen ha presentato sonnenKNX per il controllo delle sonnenBatterie e sonnenPro FlexStack per l’accumulo nel comparto Commercial & Industrial.

Alla fiera KEY – The Energy Transition Expo, sonnen ha presentato ai visitatori due importanti novità: il modulo sonnenKNX per il controllo smart dei prodotti sonnenBatterie, e sonnenPro FlexStack, il sistema di accumulo modulare sviluppato per soddisfare le esigenze del comparto Commercial & Industrial. Il secondo giorno della fiera, Fabio Ottavi, General Manager sonnen Italia e sonnen eServices Italia, ha incontrato la stampa per parlare di queste due innovazioni.

Il modulo sonnenKNX

Il nuovo prodotto di sonnen è pensato per il controllo intelligente delle soluzioni di accumulo del marchio, all’interno di un sistema di gestione dell’energia basato sul protocollo KNX, uno standard aperto sviluppato per l’automazione degli edifici residenziali e commerciali. KNX consente una copertura dell’intera rete energetica dell’edificio e permette il controllo integrato di più sistemi domestici, come illuminazione, riscaldamento, ventilazione e sistemi di sicurezza.

Il modulo sonnenKNX è compatibile con tutti i sistemi di accumulo sonnenBatterie, a partire dal modello Eco 8.0. Il nuovo prodotto ottimizza i carichi domestici in base a produzione, consumi ed energia accumulata dal sistema. sonnenKNX completa sonnenHome, la soluzione dell’azienda per il settore residenziale, soluzione che si articola in prodotti e servizi perfettamente integrati e interconnessi, in un’ottica di comfort e di ottimizzazione dell’uso della corrente, con l’impiego di energia pulita e rinnovabile.

sonnenHome: una famiglia di prodotti

L’azienda offre per la casa prodotti pensati per sfruttare al meglio l’energia prodotta da fonti rinnovabili – in particolare dai pannelli fotovoltaici – e immagazzinata nei sistemi di accumulo. Sono prodotti e soluzioni sviluppati per offrire la miglior esperienza in termini di efficienza, risparmio e sostenibilità.

sonnen

sonnenBatterie: sistema di accumulo con celle LFP. Il prodotto immagazzina l’energia generata in surplus dall’impianto fotovoltaico e la rende disponibile non appena i consumi superano la produzione, evitando acquisti di energia aggiuntiva da rete. In più ottimizza i consumi domestici per la massima efficienza. L’offerta di sonnen è declinata in sonnenBatterie 10 e sonnenBatterie hybrid 9.53. Il primo prodotto è un sistema per impianti fotovoltaici esistenti, con una capacità di 5,5 – 22 kWh e una potenza massima di 4,6 kW. Il secondo è una soluzione completa per nuovi impianti, che comprende un inverter fotovoltaico integrato

sonnenProtect: un backup power che garantisce l’energia necessaria per il funzionamento del sistema di accumulo sonnenBatterie, anche in caso di sovraccarichi o guasti alla rete elettrica. Il tutto sempre nella massima sicurezza

sonnenFlat: l’offerta energia di sonnen, accessibile a tutti i possessori di un sistema di accumulo sonnenBatterie, che permette di raggiungere l’indipendenza totale dai tradizionali fornitori di energia. L’offerta include un bonus annuale come ricompensa per aver messo a disposizione il proprio sistema di accumulo per i servizi di stabilizzazione della rete elettrica

sonnen App: la piattaforma digitale per la gestione intelligente di tutti i prodotti e servizi sonnen. Con sonnen App è possibile monitorare in tempo reale tutti i flussi di energia dell’abitazione e ottenere analisi accurate per migliorare la propria indipendenza energetica

Con sonnenPro FlexStack l’azienda entra nel settore C&I

FlexStack, la seconda novità presentata a Expo 2024, è la nuova proposta di sonnen per le aziende che cercano un sistema di accumulo C&I per utilizzare, 24 ore su 24, energia pulita autoprodotta e mettersi al riparo dall’aumento e dalle oscillazioni dei prezzi dell’energia.

sonnen

sonnenPro FlexStack è un sistema di accumulo modulare, installabile sia in ambienti interni sia esterni (è IP65), e configurabile in più varianti per rispondere al meglio alle diverse esigenze energetiche, dalle piccole aziende artigiane alle grandi realtà industriali. FlexStack può essere composto da un minimo di due moduli ad un massimo di quattro, con una potenza nominale che va da 92 a 368 kW e una capacità modulabile da 110 a 495 kWh (la capacità utile varia da 100 – 450 kWh), espandibile a step di 55 kWh. È possibile installare più sistemi in cascata, con potenza e capacità superiori per esigenze di grandi dimensioni.

Ogni modulo è grande 135 x 135 x 135 cm e, quando a terra, va appoggiato su un basamento di 135 x 135 x 20 cm. Il peso di ciascuna unità varia in funzione della quantità di celle e arriva al massimo a 2.110 kg. La connessione per l’energia AC è di tipo trifase a 400 V e a 50 Hz. Le celle al litio impiegate sono con chimica LFP (litio ferro fosfato), hanno una tensione di 1.024 V e una vita utile di 6.000 cicli.

Per quanto riguarda le batterie, fin dalla sua fondazione avvenuta nel 2010 sonnen impiega esclusivamente celle LFP, perché secondo l’azienda è la chimica che offre il miglior compromesso tra prestazioni, longevità, sicurezza e costo. La società ha un proprio laboratorio dedicato ai test delle batterie disponibili sul mercato, test utili per garantire ai clienti che le batterie inserite nei prodotti sonnen sono le migliori disponibili al momento. Finora solo la chimica litio ferro fosfato ha superato i test di sicurezza e longevità, con risultati così positivi da giustificare il suo utilizzo.

sonnenPro FlexStack è fornito con una garanzia di 5 anni sul prodotto, di 10 anni sull’inverter e sui moduli batteria. Il prodotto è parte integrante della strategia del marchio per creare valore aggiunto attraverso l’interconnessione digitale di sistemi di accumulo intelligenti. Anche FlexStack, infatti, è stato progettato seguendo il principio “digital by design”, che nel medio periodo consentirà a questo dispositivo di far parte della centrale elettrica virtuale sonnenVPP.

sonnenVPP, la centrale elettrica virtuale

sonnen non offre solo sistemi di accumulo, ma propone ai suoi clienti anche il servizio sonnenVPP, una centrale elettrica virtuale formata dai sistemi di accumulo domestici sonnenBatterie installati nelle case.

Grazie all’interconnessione di migliaia di questi sistemi, la centrale elettrica virtuale consente la stabilizzazione della rete elettrica, bilanciando le fluttuazioni di energia tra domanda e offerta. Lanciato nel 2018, il prodotto ha ricevuto l’approvazione per i servizi di stabilizzazione della rete in Germania.

sonnenVPP è attiva in Italia, Australia, Germania, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti, e la sua crescita continua. Con una capacità di 250 MWh e 25.000 sistemi di accumulo sonnenBatterie, è oggi tra i più grandi sistemi per lo stoccaggio virtuale di energia a livello mondiale.

In pratica, il sistema di accumulo sonnenBatterie viene collegato in rete con altre migliaia di sistemi simili. L’attivazione del sistema per i servizi di stabilizzazione viene governato da remoto tramite algoritmi intelligenti che ne garantiscono la gestione ottimale, tenendo presente fabbisogno energetico e previsioni meteo. Da notare che, secondo l’azienda, i cicli aggiuntivi di carica/scarica dovuti a sonnenVPP non hanno alcun impatto sulle performance né sulla durata della batteria.

Per accedere alla sonnenVPP bisogna possedere una sonnenBatterie e scegliere sonnen come fornitore di energia, aderendo all’offerta sonnenFlat 1500. Inoltre è necessario che sonnenBatterie abbia una capacità di almeno 4 kWh. Se il dispositivo è stato installato prima del 1° gennaio 2018, deve essere un modello Eco 8 o superiore.

Tag

Related Posts

Fotovoltaico C&I e agrivoltaico con VP Solar e ZCS

Fotovoltaico C&I e agrivoltaico con VP Solar e ZCS

AEROCOMPACT presenta i nuovi ganci per i tetti a tegole

AEROCOMPACT presenta i nuovi ganci per i tetti a tegole

Fronius: non solo inverter ma anche batterie e finanziamenti

Fronius: non solo inverter ma anche batterie e finanziamenti

Terna: con l’ora legale circa 90 milioni di euro di risparmi

Terna: con l’ora legale circa 90 milioni di euro di risparmi