Aprile 23, 2024

Nicola Martello

Comunità Solidale: 30% in meno in bolletta per 40 famiglie

È stata inaugurata la Comunità Solidale di Energia Rinnovabile di Baranzate (CSER), realizzata a sostegno delle famiglie in condizione di povertà energetica del Comune milanese.

La CSER SOL – Solari e Solidali è stata finanziata da Banco dell’energia, ente filantropico per sostenere le famiglie che si trovano in una situazione di vulnerabilità economica e sociale, da Next Energy Foundation e da Fondazione AEM, una delle fondazioni del Gruppo a2a.
Il progetto per la comunità ha previsto l’installazione di impianti fotovoltaici su due luoghi dell’Associazione La Rotonda: InOltre, uno spazio di 870 mq, sede dell’Associazione La Rotonda, di Fondazione Inoltre e dell’Emporio della Solidarietà di Baranzate – che ha l’obiettivo di aiutare le famiglie più fragili del territorio – e la Porta di Baranzate sede dello Spazio 14:17 anni, 130 mq destinati agli adolescenti come luogo per ritrovarsi, imparare e crescere insieme.

L’impianto fotovoltaico di circa 87 KWp della comunità garantirà un risparmio nei consumi energetici dell’Associazione La Rotonda, alimentando l’Emporio della Solidarietà di Baranzate e gli spazi dell’associazione con energia pulita. Il risparmio verrà poi restituito al territorio sotto forma di erogazioni liberali a sostegno dei costi energetici di famiglie in difficoltà. I soci della CSER attraverso la forma del “Volontariato energetico” contribuiranno a contrastare la povertà energetica del territorio, devolvendo parte degli incentivi ricevuti dalla condivisione di energia sotto forma di contributi ai soggetti interessati.

Comunità Solidale

L’iniziativa si inserisce nel percorso del Banco dell’energia che, a partire dal Manifesto “Insieme per contrastare la povertà energetica”, promuove una strategia a lungo termine per il contrasto a questo fenomeno. Vengono infatti finanziati e realizzati progetti su tutto il territorio nazionale che, partendo dal sostegno attraverso il pagamento delle bollette di qualsiasi operatore energetico o l’acquisto di elettrodomestici, la formazione sull’uso consapevole dell’energia, interventi di efficientamento delle abitazioni, arrivano fino alla promozione del modello delle comunità energetiche a carattere solidale.

Un impegno che mira a sviluppare risposte concrete e diffuse sui territori per garantire un accesso all’energia etico e sempre più inclusivo.

L’obiettivo della CSER di Baranzate è infatti quello della redistribuzione – al netto delle spese e nelle proporzioni stabilite dall’assemblea degli associati – dei ricavi derivanti dall’incentivo per l’energia condivisa o immessa in rete alle famiglie vulnerabili, senza alcun onere.

I numeri della povertà energetica in Italia.

Un sostegno importante alla luce dei numeri della povertà energetica in Italia che, secondo l’OIPE – Osservatorio Italiano sulla Povertà Energetica – in riferimento agli ultimi dati reali disponibili del 2022, si attesta al 7.7% del totale pari a 2 milioni di famiglie, cui se ne aggiungono altre a rischio scivolamento verso una condizione di vulnerabilità. Inoltre, secondo i dati IPSOS, il concetto di povertà̀ energetica è genericamente noto al 66% degli italiani, mentre solo circa il 6% conferma un’elevata familiarità̀ con il tema. La sensibilità̀ per l’argomento viene manifestata anche attraverso l’interesse ad entrare a far parte di una comunità̀ energetica (58%), contribuendo così alla soluzione del problema.

CSER: un investimento green

Comunità Solidale – Il fotovoltaico, oltre ad aiutare le famiglie in difficoltà, è in grado di dare un contributo concreto per contrastare il cambiamento climatico. L’energia elettrica rinnovabile prodotta in 30 anni dall’impianto dell’APS La Rotonda a Baranzate, eviterà il rilascio nell’atmosfera di circa 1.100 tonnellate di CO2, una quantità assorbibile da circa 6.000 alberi.

All’evento hanno partecipato, tra gli altri, Patrizia Toia, Vicepresidente Commissione per l’industria, la ricerca e l’energia (ITRE) del Parlamento Europeo, Luca Elia, Sindaco di Baranzate, Francesco Vassallo, Vicesindaco della Città Metropolitana di Milano, Elena Eva Maria Grandi, Assessora all’Ambiente e Verde del Comune di Milano, Luca D’Intino, Funzione Promozione e Assistenza alla Pubblica Amministrazione GSE, oltre ai partner rappresentati da Roberto Tasca, Presidente del Banco dell’energia, Alberto Martinelli, Presidente della Fondazione AEM, Gianluca Boccanera, Managing Director NextEnergy Group, Samantha Lentini, Presidente Associazione La Rotonda e SOL Solari e Solidali, Illuminato Bonsignore, CEO 3E Environment Energy Economy S.r.l.

Elena Eva Maria Grandi, Assessora all’Ambiente e Verde del Comune di Milano
Il Comune di Milano sostiene convintamente lo sviluppo del modello CERS. A questo proposito lo scorso anno la Giunta ha dato il via libera all’avvio della sperimentazione di cinque progetti pilota di CER solidali per cinque quartieri di Milano: Bovisa, Città Studi, Ghisolfa, Chiaravalle e nell’area di Niguarda-Affori. Le sperimentazioni sono pensate con innovazioni tecnologiche di rilievo.

La posa di impianti fotovoltaici su immobili di proprietà del Comune e la condivisione delle eccedenze permette, oltre che la riduzione dei consumi energetici, anche il miglioramento della coesione sociale tra i membri. Più in generale, inoltre, lo sviluppo del parco fotovoltaico del Comune di Milano è una delle priorità alle quali ho chiesto di lavorare all’indomani della mia nomina in quanto tema determinante per la transizione ecologica e per la mitigazione degli effetti della crisi climatica. Già nel 2022, infatti, abbiamo approvato i progetti preliminari di 23 nuovi impianti fotovoltaici: 2 impianti sportivi; 2 Municipi; 10 scuole, oltre a 9 complessi di Edilizia Residenziale Pubblica.

Tag

Related Posts

Sistemi di accumulo di Energy S.p.A. per l’Austria

Sistemi di accumulo di Energy S.p.A. per l’Austria

Italia Solare: miope il Governo sul fotovoltaico a terra

Italia Solare: miope il Governo sul fotovoltaico a terra

Progetto Scuole E.ON: per i giovani e la sostenibilità

Progetto Scuole E.ON: per i giovani e la sostenibilità

SunCity al lavoro per un impianto fotovoltaico a Pescara

SunCity al lavoro per un impianto fotovoltaico a Pescara