Canadian Solar ha iniziato la costruzione di un impianto per la produzione di wafer fotovoltaici da 5 GW, vicino alla fabbrica di celle TOPcon in Thailandia.

Grazie all’impiego di wafer di maggiori dimensioni, i moduli Astronergy ASTRO N7 costituiti da 66 celle riducono i costi delle centrali fotovoltaiche.

Dal 1992, Fronius Solar Energy sviluppa prodotti e soluzioni innovative per generare, accumulare, distribuire e consumare l’energia solare in modo intelligente.

Le principali parti interessate nel settore fotovoltaico chiedono misure per ristabilire la catena del valore nella produzione di pannelli solari in Europa.

Produttore di pannelli solari Tier 1, DMEGC Solar fornirà ai clienti italiani prodotti fotovoltaici ad alte prestazioni e affidabilità e un servizio di alta qualità.

Gli inverter KOSTAL sono già compatibili con la generazione di moduli da 400 W: gestiscono già oggi le maggiori correnti dei moduli fino a 13 ampere.

I moduli Vertex di Trina Solar superano, tra gli altri, il test del carico meccanico a una condizione estremamente fredda di -40°C.

FuturaSun ha partecipato a SNEC, presentando in anteprima nuove versioni dei moduli di tutte le linee prodotti.

Revamping: i moduli FuturaSun riportano la resa a un livello più elevato delle previsioni iniziali con un ROI stimato in 2 anni.

Un team di ricercatori del Fraunhofer ISE ha raggiunto un’efficienza di conversione record del 26% per le celle solari al silicio a contatto con entrambi i lati.

I moduli FuturaSun Silk Pro vantano wafer da 166 mm, celle half-cut multi-busbar; una evoluzione che permette di raggiungere 375 W in 1,85 mq.

MegaGroup sigla un accordo per la produzione di lingotti e wafer in silicio mono e policristallino ad uso fotovoltaico a Kozarska Dubica in Bosnia.

I moduli policristallini Winaico PERC sono stati certificati IEC per potenze sino a 295 W dall’ente indipendente TÜV Rheinland e sono attualmente in pronta consegna.

SolarWorld AG ha recentemente presentato la relazione del gruppo per l’anno 2014, confermando quanto dichiarato in via preliminare, a seguito del riassetto legato all’acquisizione di Bosch Solar Energy AG ad Arnstadt.

I ricercatori della Panasonic Corporation hanno raggiunto un nuovo record per quanto riguarda l’efficienza di conversione sfruttando celle con tecnologia HIT (Heterojunction with Intrinsic Thin layer).

Il Governo cinese ha scelto di interrompere i sussidi previsti per buona parte dei produttori locali, strutturando una politica che permette l’incremento della qualità, anziché la sovrapproduzione. Di fatto, circa l’80% dei produttori che operano nel comparto fotovoltaico non riceveranno il sostegno statale.

Le indagini in corso da parte della Commissione europea in merito al mercato fotovoltaico e ai prodotti importati dalla Cina si è conclusa. Il percorso di analisi iniziato a novembre 2012 è terminato e ha permesso di verificare che i produttori cinesi avrebbero avuto accesso a prestiti preferenziali e differenti aiuti per lo svolgimento delle

A partire da oggi saranno applicati dazi antidumping provvisori sull’importazione di pannelli solari, celle e wafer provenienti dalla Cina. Questo è quanto è stato deciso dall’esecutivo europeo, a seguito di un lungo periodo di indagini e inchieste.

L’Arabia Saudita sta operando un piano di conversione alle energie rinnovabili e prevede una notevole espansione degli impianti nei prossimi anni. Secondo alcune stime interne saranno operative strutture per una potenza pari a 5 GW, entro il 2020.

Il produttore di celle solari Schott Solar AG continua la ricerca e lo sviluppo di celle fotovoltaiche al silicio sempre più avanzate. Sfruttando innovativi wafer di silicio “Quasimono” è stata raggiunta un’efficienza del 19,9%.