Gennaio 10, 2011

Giovanni Corti

IMS Research prevede un eccesso di offerta di moduli fotovoltaici per il 2011

IMS Research, prevede che nel 2010 ci sarà un eccesso di offerta di pannelli fotovoltaici.

IMS Research, prevede che nel 2010 ci sarà un eccesso di offerta di pannelli fotovoltaici.

La previsione parte dall'analisi di due fattori importanti: nel 2010 c'è stata un grande aumento della capacità produttiva e parallelamente si sta assistendo ad un calo del mercato del fotovoltaico. Questi due fattori porteranno ad un eccesso di offerta e ad una conseguente riduzione dei prezzi dei pannelli. Gli analisti dichiarano che la capacità produttiva di pannelli è aumentata del 70% nel corso del 2010, mentre la riduzione delle tariffe incentivate nei principali mercati porterà ad una crescita del mercato fotovoltaico globale del 20% nel 2011. I principali produttori di pannelli con buoni margini, prodotti validi e un buon portafoglio di ordini per il 2011 rimangono ottimisti, tuttavia nel breve periodo la domanda non sarà sufficiente a sostenere la capacità produttiva pianificata dalle aziende e per questo IMS Research prevede che molti piccoli e medi produttori passeranno momenti difficili nel 2011.

Nel 2010 la domanda di moduli fotovoltaici ha raggiunto livelli record in tutte le regioni, i migliori mercati come crescita sono stati la Germania, l'Italia e la Republica Ceca, grazie alle favorevoli tariffe incentivate. Il risultato di questa situazione è stato che molti produttori avevano saturato la capacità produttiva del 2010 portando ad un incremento di capacità produttiva prevista per il 2011.

Secondo IMS, la capacità globale dei moduli fotovoltaici ha raggiunto i 30 GW alla fine del 2010 e raggiungerà i 35GW entro Giugno 2011. Tuttavia la Germania, L'Italia e la Repubblica Ceca hanno ridotto i sistemi di incentivazione per il 2011 e di conseguenza IMS prevede una crescita del 20% rispetto a quella del 100% del 2010.

IMS prevede che non più di 1/5 della capacità sarà utilizzata, portando ad una forte concorrenza e a prezzi più bassi. in questo scenario saranno particolarmente colpite le aziende meno competitive e quelle con margini più bassi.

Related Posts

Caro bollette: il futuro è nel digital e nell’utility manager

Caro bollette: il futuro è nel digital e nell’utility manager

ANIE Rinnovabili – EY: mille nuove comunità energetiche in 3 anni

ANIE Rinnovabili – EY: mille nuove comunità energetiche in 3 anni

Transizione energetica, le potenzialità del mercato entro il 2030

Transizione energetica, le potenzialità del mercato entro il 2030

Gruppo Tadiran, H1 2022 in forte crescita

Gruppo Tadiran, H1 2022 in forte crescita