Gennaio 11, 2011

Giovanni Corti

ISuppli: gli impianti solari in Italia crescono vertiginosamente nel IV trimestre 2010

ISuppli, l'istituto di ricerca americano specializzato nelle ricerche di mercato per l'elettronica e le tecnologie, ha pubblicato un'interessante ricerca relativa all'andamento del mercato fotovoltaico in Italia. Il mercato Italiano del solare è cresciuto vertiginosamente nel IV trimestre del 2010 ponendo le basi per il raddoppio degli impianti fotovoltaici nel 2011. La ricerca si basa su interviste ai principali sviluppatori di progetti fotovoltaici e ai fornitori di energia. ISuppli prevede che nel IV trimestre del 2010 in Italia siano stati installati 975Mw, raddoppiando i 478Mw del III trimestre e crescendo del 239% rispetto ai 288Mw del IV trimestre del 2009.

ISuppli, l'istituto di ricerca americano specializzato nelle ricerche di mercato per l'elettronica e le tecnologie, ha pubblicato un'interessante ricerca relativa all'andamento del mercato fotovoltaico in Italia.

Il mercato Italiano del solare è cresciuto vertiginosamente nel IV trimestre del 2010 ponendo le basi per il raddoppio degli impianti fotovoltaici nel 2011. La ricerca si basa su interviste ai principali sviluppatori di progetti fotovoltaici e ai fornitori di energia. ISuppli prevede che nel IV trimestre del 2010 in Italia siano stati installati 975Mw, raddoppiando i 478Mw del III trimestre e crescendo del 239% rispetto ai 288Mw del IV trimestre del 2009.

Questo incremento di installazioni nell'ultimo trimestre dell'anno porterà ad un totale installato di 1,9Gw in crescita del 100%rispetto ai 720Mw del 2009. L'aumento del 2010 pone le basi ad un ulteriore raddoppio del mercato nel 2011 arrivando a 3,9Gw.

Dr. Henning Wichtsenior director e principale analista per impianti fotovoltaici presso iSuppli, ha dichiarato:" La forte crescita è stata la svolta  per gli impianti installati in Italia, che finora era stato limitato a circa 300Mw, lo sviluppo repentino è molto dipeso dalla variazione degli incentivi statali".

Con l'attuale incentivo ed il prezzo  medio di 2.500/2.800 per unità di picco di Kilowat (Kwp), in Italia è possibile avere un tasso di rendimento (IRR) del 15-18%, decisamente interessante. L'IRR italiano è molto allettante per gli investitori in quanto altre nazioni come Francia, Spagna e Repubblica Ceca hanno ridotto i sistemi di incentivazione. Di conseguendo gli investitori stanno approdando in Italia lasciando dietro di sè la chiusura del mercato ceco e anche il porto sicuro della Germania.

Secondo Wicht, il mercato Italiano rallenterà la crescita nel primo trimestre del 2011 a causa della fortissima crescita dell'ultimo trimestre 2010. Comunque il calo dovrebbe durare poche settimane e poi la crescità riprenderà in modo importante. Nonostante la riduzione dell'IRR dovuta al terzo conto energia, il ritorno degli investimenti del solare in Italia sarà èiù alta che altrove. Si prevede una crescita di installazioni media di 1Gw a trimestre nel 2011.

Tuttavia ci potrebbero essere segnali di pericolo. Il governo potrebbe ridurre gli incentivi prima del previsto. E' comunque improbabile che il governo modifichi il sistema di incentivazione prima del terzo trimestre del 2011.

Related Posts

Transizione energetica, BayWa r.e. per un progetto solare innovativo

Transizione energetica, BayWa r.e. per un progetto solare innovativo

VP Solar e Jinko Solar, partner per l’innovazione tecnologica

VP Solar e Jinko Solar, partner per l’innovazione tecnologica

Consumi e costo dell’energia, i consigli di SENEC

Consumi e costo dell’energia, i consigli di SENEC

Bluetti EP600, energy storage modulare

Bluetti EP600, energy storage modulare