Marzo 16, 2011

Francesco Ferrari

Tavola rotonda ANIE/GIFI sul futuro del fotovoltaico in Italia

Il recente Decreto Rinnovabili continua a tenere accese le discussioni sul futuro del fotovoltaico in Italia. A questo proposito ANIE/GIFI organizza per il 25 marzo alla Fiera di Parma una tavola rotonda che si svolge nell'ambito della manifestazione Impianti Solari Expo 2011 e in collaborazione con Senaf.

Il recente Decreto Rinnovabili continua a tenere accese le discussioni sul futuro del fotovoltaico in Italia. A questo proposito ANIE/GIFI organizza per il 25 marzo alla Fiera di Parma una tavola rotonda che si svolge nell'ambito della manifestazione Impianti Solari Expo 2011 e in collaborazione con Senaf.

L'obbiettivo di questo evento è quello di di analizzare le prospettive di sviluppo del settore fotovoltaico alla luce dell'emanazione del Decreto Rinnovabili e dei potenziali scenari legati al 4° Conto Energia in via di definizione, ma anche di fornire una serie di informazioni e di aggiornamenti sull'evoluzione del settore da più punto di vista (istituzionale, finanziario, produttore, EPC contractor).

L'accesso è gratuito, previo l'ingresso alla Fiera di Parma e l'evento è destino essenzialmente a imprenditori industriali, anche non del settore fotovoltaico, e agli installatori.

Fra i partecipanti ci saranno A. Brumgnach, Consigliere ANIE/GIFI, E. Salamoni , AD Ferrania, Solis, G. Sofia , AD Conergy Italia e F. Di Clemente di Cariparma.

L'appuntamento è alla Fiera di Parma, Padiglione 4, area workshop A7, dalle ore 9:30 alle11:30.

 

Related Posts

Il Decreto Taglia prezzi impatta sui ricavi

Il Decreto Taglia prezzi impatta sui ricavi

DL Ristori, Italia Solare scrive al Governo ed evidenzia le criticità

DL Ristori, Italia Solare scrive al Governo ed evidenzia le criticità

Utilitalia, Elettricità Futura: bene incostituzionalità art.177

Utilitalia, Elettricità Futura: bene incostituzionalità art.177

Italia Solare: no a proposta di emendamento RED2 per agroPV

Italia Solare: no a proposta di emendamento RED2 per agroPV