Maggio 3, 2011

Giovanni Corti

Sicurezza integrata in fibra ottica plastica per impianti fotovoltaici

Sistemi antifurto, antintrusione e TVCC in fibra ottica plastica per parco fotovoltaico

 

La centrale fotovoltaica situata in provincia di Foggia (per motivi di privacy e sicurezza non viene citata la proprietà), è un centrale fotovoltaica a terra con una potenza di 1 MW e si compone di 3.500 pannelli disposti su due livelli, distribuiti su un’area collinare di circa 2 ettari, racchiusa in un perimetro di 800 metri. Al fine di attenersi ai diversi regolamenti ambientali della zona, sul perimetro è stata installa una rete con maglie esagonale, tipo recinzione da pollaio.

La richiesta
caratterizzato dalla presenza di forti campi elettromagnetici, generati anche dagli stessi inverter.

 La soluzione
il sistema antifurto Solar Defender a fibra ottica con torsione sui pannelli, in grado di garantire la protezione dei singoli moduli fotovoltaici sia dai tentativi di furto che dalla presenza di eventuali incendi. Tutti i pannelli sono stati “cuciti” con circa 5 Km di FOP Mod. ALM-6008, gestita da 18 Moduli Concentratori Mod. ALM-6815. Per l’installazione della fibra ai pannelli sono stati utilizzati i Sigilli Mod. AL-6006/Az, uno per pannello. L’intero sistema è gestito dalla centrale di gestione Solar Defender Mod. ALM-6800.
il sistema anti-intrusione Solar Defender a fibra ottica con torsione sulla recinzione, a garanzia di protezione delle aree perimetrali da ogni tentativo di sfondamento e scavalcamento ed anche dalla presenza di eventuali incendi in prossimità della recinzione. Il sistema è stato realizzato con 1.600 mt di FOP Mod ALM-6008, gestita da 4 Moduli Concentratori Mod. ALM-6814. L’intero sistema è gestito dalla stessa centrale di gestione Mod. ALM-6800.
il sistema TVCC cablato in fibra ottica plastica per il monitoraggio H 24 dell’intera area occupata dalla centrale fotovoltaica. Sono state installate 6 dome Marss modello GCP-7436, che garantiscono riprese a 360°, la totale ripresa dell’sito, senza zone d’ombra o aree-buche. Le dome sono collegate ad un DVR Marss serie GS-8100 ad 8 ingressi e gestite da una tastiera di comando della stessa marca, modello GS-3000.

Le comunicazioni dall’allarme dei tre sistemi sono centralizzate presso la sede dell’Istituto di vigilanza prescelto dall’utente e presso una seconda centrale di controllo ubicata nella sede dello stesso committente.

I vantaggi
Solar Defender a fibra ottica con torsione sui i pannelli e sulla recinzione consente alla committenza di avere livelli di sicurezza differenti ma integrati, in quanto gestiti dallo stesso organo di comando, cioè la centrale di gestione Solar Defender e di superare tutti i problemi legati alla morfologia del territorio, alle caratteristiche ambientali del sito fotovoltaico e alla distribuzione dei pannelli, tenuto conto anche della presenza della sottostazione eolica.
sistema di trasmissione video in Fibra Ottica Plastica Marss, è vincente in quanto ha risolto i

Related Posts

Dove va il mercato fotovoltaico? Il punto con Alessandro Barin, CEO FuturaSun

Dove va il mercato fotovoltaico? Il punto con Alessandro Barin, CEO FuturaSun

Sun Ballast, zavorre per il fotovoltaico Prosolia Energy

Sun Ballast, zavorre per il fotovoltaico Prosolia Energy

Impianti fotovoltaici, i tre principali rischi di natura elettrica

Impianti fotovoltaici, i tre principali rischi di natura elettrica

FLIR Systems annuncia la nuova termocamera portatile E52

FLIR Systems annuncia la nuova termocamera portatile E52