Novembre 30, 2012

Sofia Prada

INTA: UE acceleri le indagini sulle importazioni solari dalla Cina

I membri dell’INTA, la commissione per il commercio internazionale del Parlamento Europeo, hanno avanzato una richiesta all’UE affinché acceleri le procedure avviate con l’indagine antidumping sulle importazioni solari provenienti dalla Cina, come per esempio i pannelli fotovoltaici.  

I membri dell’INTA, la commissione per il commercio internazionale del Parlamento Europeo, hanno avanzato una richiesta all’UE affinché acceleri le procedure avviate con l’indagine antidumping sulle importazioni solari provenienti dalla Cina, come per esempio i pannelli fotovoltaici.

 

Secondo l’INTA, infatti, il settore fotovoltaico europeo è in crisi e le misure per la sua salvaguardia devono essere adottate urgentemente.
EuPD Research ha tuttavia condotto recentemente un sondaggio i cui risultati rivelano che la maggior parte degli addetti europei del fotovoltaico non sarebbe favorevole all’introduzione di dazi doganali o altre misure di tipo compensativo.
Il ministero del commercio cinese, dal canto suo, ha annunciato diverse contromisure, dichiarando che il Governo di Pechino non è responsabile, bensì sarebbero gli Stati membri dell’UE a sovvenzionare in maniera illegale i produttori di fotovoltaico.

 

Related Posts

SENEC commenta l’approvazione del DL Aiuti bis

SENEC commenta l’approvazione del DL Aiuti bis

Caro bollette ed elezioni 2022, la ricetta di Italia Solare

Caro bollette ed elezioni 2022, la ricetta di Italia Solare

Elezioni e transizione energetica, il parere di ANIE Rinnovabili

Elezioni e transizione energetica, il parere di ANIE Rinnovabili

Agrivoltaico: il bando Parco Agrisolare per il fotovoltaico sui tetti

Agrivoltaico: il bando Parco Agrisolare per il fotovoltaico sui tetti