Novembre 5, 2010

Giovanni Corti

Impianti Solari Expo: l’energia del sole al servizio delle aziende

Impianti Solari Expo, il salone dedicato agli impianti solari, sarà protagonista a MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie di produzione organizzata da Senaf che si svolgerà presso Fiere di Parma dal 24 al 26 marzo 2011.

Impianti Solari Expo, il salone dedicato agli impianti solari, sarà protagonista a MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie di produzione organizzata da Senaf che si svolgerà presso Fiere di Parma dal 24 al 26 marzo 2011.

In attesa del 3°Conto Energia sono attualmente in esercizio 106.290 impianti fotovoltaici per una potenza di 1.732.985 kW[1]. Fra i principali focus dell’incentivo, che sarà attivo nel triennio 2011-2013 e che avrà l’obiettivo di raggiungere i 3.000 MW, ci sarà il contenimento degli oneri di sistema con una tariffa fissa per 20 anni sull’energia prodotta, un’incentivazione proporzionalmente maggiore per i piccoli impianti e l’assegnazione di un premio pari al 5% per i progetti sviluppati in discariche, cave, ex aree industriali e siti da bonificare.

Impianti Solari Expo metterà in mostra le migliori soluzioni tecnologiche e finanziarie relative agli impianti solari anche attraverso tre innovativi progetti come la Piazza dell’Eccellenza Solare a Concentrazione, la Piazza dell’eccellenza tecnologica del settore: tecnologia, nuovi materiali per l’industria fotovoltaica e la Piazza Affitto: tetti e terreni. Vi sarà inoltre un’Area Workshop in cui verranno presentati contributi ed interventi degli espositori della manifestazione e delle principali associazioni di settore. La manifestazione ha infatti ricevuto il patrocinio di importanti associazioni e network di categoria come Aper, l’associazione dei produttori di energia da fonti rinnovabili, Ecoaction, l’associazione internazionale per la diffusione della cultura sostenibile dell'architettura contemporanea, ENEA, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ENP, il network di riferimento dei professionisti dell’intera filiera delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico, Fiper, la federazione italiana dei produttori da fonte rinnovabile, Gea, l'associazione georisorse e ambiente, Gifi, il gruppo delle imprese fotovoltaiche italiane, Ises Italia, la sezione italiana dell'International Solar Energy Society e Kyoto Club, l'organizzazione non-profit dedicata al raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Ky?to.

Protagonista assoluto della Piazza dell’Eccellenza Solare a Concentrazione sarà Archimede Solar Energy, l’unico produttore al mondo di tubi ricevitori con brevetto ENEA, a tecnologia parabolico lineare, che impiegano Nitrati di Sodio e Potassio (Sali fusi) quale fluido termovettore. L’azienda perugina parlerà in Fiera dei suoi progetti in specifici momenti formativi all’interno della Piazza.

Attualmente Archimede Solar Energy (ASE) è coinvolta nel Progetto Desertec, una delle più importanti iniziative nel settore termotecnico che prevede la costruzione di centrali solari termodinamiche nelle aree desertiche di Africa settentrionale e Medioriente per la generazione e trasmissione di energia elettrica in Europa con cavi sottomarini in corrente continua. L'obiettivo di questo progetto è di soddisfare il 15% del fabbisogno di energia elettrica del continente entro il 2050, con investimenti stimati per 400 miliardi di euro.

La società ha poi contribuito con la fornitura di tubi ricevitori alla realizzazione del Progetto Archimede per la costruzione di una centrale termodinamica presso l’impianto a ciclo combinato di Priolo Gargallo (Siracusa).

La centrale solare termodinamica Archimede, inaugurata a luglio, è la prima al mondo a usare la tecnologia dei sali fusi integrata con un impianto a ciclo combinato. L'impianto è costituito da un campo composto da circa 30.000 metri quadrati di specchi parabolici, che concentrano la luce del sole su 5.400 metri di tubazioni percorse dal fluido. Ha una capacità di 5 MW di energia elettrica, con un risparmio all'anno di 2.100 tonnellate equivalenti di petrolio e una riduzione di emissioni di anidride carbonica di 3.250 tonnellate.

La Piazza Affitto: tetti e terreni metterà invece in luce il fenomeno in crescita relativo alla nascita di numerose imprese di intermediari per lo sviluppo delle energie rinnovabili che selezionano aree adatte alla realizzazione di impianti solari e propongono ai proprietari di capannoni di grandi dimensioni e/o di aree agricole soluzioni di affitto per la superficie del loro tetto o per il loro fondo da destinare alla realizzazione di impianti di trasformazione dell'energia solare.

Related Posts

SolarEdge Home a MCE 2022

SolarEdge Home a MCE 2022

BayWa r.e. a MCE: “Ripensa la tua energia, con noi”

BayWa r.e. a MCE: “Ripensa la tua energia, con noi”

Perché la sostenibilità guadagna sempre più terreno

Perché la sostenibilità guadagna sempre più terreno

Riciclo batterie al piombo, il nuovo impianto Sunlight Group

Riciclo batterie al piombo, il nuovo impianto Sunlight Group