Novembre 20, 2011

Francesco Ferrari

EnerSolar+ 2011: il successo del fotovoltaico in Italia

Si è conclusa l'edizione  2011 di EnerSolar+, la manifestazione dedicata al solare che si è tenuta a Milano dal 16 al 19 novembre nei padiglioni della FieraMilano a Rho. L'evento ha fotografato una realtà in espansione e un settore che può dare un forte incremento allo sviluppo economico e alla crescita occupazionale: in Italia sono stati investiti nel corso dell'anno oltre 2,8 miliardi di euro nel comparto.

Si è conclusa l'edizione  2011 di EnerSolar+, la manifestazione dedicata al solare che si è tenuta a Milano dal 16 al 19 novembre nei padiglioni della FieraMilano a Rho. L'evento ha fotografato una realtà in espansione e un settore che può dare un forte incremento allo sviluppo economico e alla crescita occupazionale: in Italia sono stati investiti nel corso dell'anno oltre 2,8 miliardi di euro nel comparto.

Dall’ultimo Solar Energy Report emerge una forte crescita del parco installato: 2100 Mw installati nel 2010 con un incremento del 192% rispetto al 2009. Interessante è notare come sia aumentato anche il numero delle imprese attive nel settorel, valore che registra un +13%.

Come è stato evidenziato da Davide Chiaroni dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, nel 2008 le imprese italiane del fotovoltaico erano circa 630 (senza contare gli operatori e i professionisti coinvolti nelle attività di installazione degli impianti a livello locale) e su 1,1 miliardi di euro di volume d'affari complessivo, in Italia si poteva contare su una marginalità di circa 180 milioni di euro, il 28% di quella generata da tutto il settore e il restante 72% era appannaggio di imprese straniere. Già nel 2010 la presenza di aziende italiane è cresciuta del 42% del totale generato ma è utile sottolineare la fragilità del mercato per la concorrenza derivata dai produttori asiatici che sono già attivi in questo settore.

Considerazioni simili sono emerse dal “Irex Annual Report 2011", uno studio sull’andamento del comparto fotovoltaico nel 2010, che contiene anche alcune anticipazione sull’anno in corso. "Dal nostro studio emerge che le strategie degli operatori stanno cambiando – ha illustrato Alessandro Marangoni di Althesys – Le operazioni che coinvolgono l’utilizzatore industriale/commerciale sono passate dal 6% del 2010 all’11% nel 2011 e, nell’anno in corso, gli investimenti hanno superato i 2,8 miliardi di euro. È significativo rilevare, inoltre, che le imprese italiane iniziano a investire all’estero (nel 2011 le operazioni sono state del 4%, contro solo l’1% dell’anno precedente) per ridurre il rischio Paese e approfittare di tariffe più incentivanti. Per migliore la competitività, in Italia il settore si sta concentrando velocemente e le aziende puntano a diversificare il proprio business. In prospettiva, l’auspicato raggiungimento della grid parity nel 2013 potrebbe ulteriormente cambiare le dinamiche del comparto, con nuove prospettive interessanti soprattutto per il Sud Italia, qualora l’attuale legislazione dovesse rimanere inalterata".

 

Related Posts

Autodromo di Imola, il crowdfunding per il revamping fotovoltaico

Autodromo di Imola, il crowdfunding per il revamping fotovoltaico

Fotovoltaico, VP Solar Academy prende il via il 27 settembre

Fotovoltaico, VP Solar Academy prende il via il 27 settembre

Costo energia, per ANIE a rischio elettrotecnica ed elettronica

Costo energia, per ANIE a rischio elettrotecnica ed elettronica

Elezioni e transizione energetica, il parere di ANIE Rinnovabili

Elezioni e transizione energetica, il parere di ANIE Rinnovabili