Marzo 4, 2012

Cinzia Jannelli

Al sud Italia nuovi fondi per le energie rinnovabili

L’obiettivo europeo delle Smart Cities è quello della riduzione del 40 per cento delle emissioni di CO2 nel 2020 rispetto al 1990. Secondo la Commissione Europea l’attività per le Smart Cities si deve concentrare sul rinnovamento dei vecchi edifici e sulla costruzione di nuovi che siano in grado di restituire energia (Energy Positive Building), sul riscaldamento e sul condizionamento, sull’elettricità (Smart Grids, contatori intelligenti, elettrodomestici intelligenti e fonti rinnovabili) e sui trasporti (mobilità elettrica privata, porti verdi, ecc). È in quest’ottica la presentazione del bando da 260 milioni di euro per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (le regioni dell’obiettivo Convergenza interessate dal Poi Energia) sul progetto Smart Cities per le energie rinnovabili.

L’obiettivo europeo delle Smart Cities è quello della riduzione del 40 per cento delle emissioni di CO2 nel 2020 rispetto al 1990. Secondo la Commissione Europea l’attività per le Smart Cities si deve concentrare sul rinnovamento dei vecchi edifici e sulla costruzione di nuovi che siano in grado di restituire energia (Energy Positive Building), sul riscaldamento e sul condizionamento, sull’elettricità (Smart Grids, contatori intelligenti, elettrodomestici intelligenti e fonti rinnovabili) e sui trasporti (mobilità elettrica privata, porti verdi, ecc). È in quest’ottica la presentazione del bando da 260 milioni di euro per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (le regioni dell’obiettivo Convergenza interessate dal Poi Energia) sul progetto Smart Cities per le energie rinnovabili.

Questo primo bando che coinvolgerà anche Sardegna, Basilicata, Abruzzo e Molise sarà seguito da un altro progetto che sarà rivolto alle regioni del centro nord ed avrà una dotazione di 700 mln di euro. La Puglia, con Calabria, Campania e Sicilia, fa parte delle quattro regioni dell’obiettivo ‘Convergenza’ interessate dal Programma operativo interregionale (Poi) energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013, diretto ad incrementare la quota di energia consumata proveniente da fonti rinnovabili e migliorare l’efficienza ed il risparmio energetico, promuovendo opportunità di sviluppo locale e valorizzando i collegamenti tra produzione di energie rinnovabili, efficientamento e tessuto sociale ed economico. Il Progetto Smart Cities rientra nel più ampio e ambizioso programma europeo denominato ‘Investing in the development of low carbon technologies’. Il piano strategico delle tecnologie energetiche dell’Unione Europea si propone di stabilire le linee guida e i traguardi delle politiche energetiche, con particolare attenzione allo sviluppo e alla circolazione delle migliori tecnologie energetiche sostenibili tra i paesi comunitari.

 

Related Posts

SolarEdge Home a MCE 2022

SolarEdge Home a MCE 2022

BayWa r.e. a MCE: “Ripensa la tua energia, con noi”

BayWa r.e. a MCE: “Ripensa la tua energia, con noi”

Perché la sostenibilità guadagna sempre più terreno

Perché la sostenibilità guadagna sempre più terreno

Riciclo batterie al piombo, il nuovo impianto Sunlight Group

Riciclo batterie al piombo, il nuovo impianto Sunlight Group