Aprile 21, 2012

Cinzia Jannelli

Rinnovabili: Assosolare e Asso Energie Future si fondono

Le assemblee associative di Assosolare e Asso Energie Future hanno approvato la fusione tra le due organizzazioni per rappresentare nel modo più efficace le ragioni dell’energia del sole. Lo riferisce una nota congiunta. “Con i suoi 120 associati, i due Gigawatt di capacità installata e un fatturato complessivo di diversi miliardi, la nuova Assosolare ha i numeri per rappresentare complessivamente il settore del fotovoltaico e diventare un interlocutore non eludibile per la definizione delle politiche energetiche italiane – si legge nel comunicato.

Le assemblee associative di Assosolare e Asso Energie Future hanno approvato la fusione tra le due organizzazioni per rappresentare nel modo più efficace le ragioni dell’energia del sole. Lo riferisce una nota congiunta. “Con i suoi 120 associati, i due Gigawatt di capacità installata e un fatturato complessivo di diversi miliardi, la nuova Assosolare ha i numeri per rappresentare complessivamente il settore del fotovoltaico e diventare un interlocutore non eludibile per la definizione delle politiche energetiche italiane – si legge nel comunicato.

– Soprattutto oggi, in un quadro normativo in perenne movimento e le continue variazioni delle tariffe incentivanti, i produttori di energia e di componenti per il fotovoltaico, così come i costruttori, gli installatori e i fornitori di servizi hanno bisogno di una rappresentanza forte e non frammentata, che sappia e possa interloquire con le istituzioni e con il governo, con l’obiettivo di sviluppare al massimo le possibilità offerte dalla green economy contro la crisi”. Prima uscita pubblica dell’associazione nella sua compagine rinnovata, la manifestazione nazionale del 18 aprile contro il Quinto Conto Energia e la partecipazione agli Stati Generali delle Rinnovabili. Il processo di unificazione, iniziato alcuni mesi fa, si è concluso il 12 aprile, quando l’assemblea di Assosolare ha approvato e completato il processo di incorporazione di Asso Energie Future, i cui soci hanno da parte loro deliberato lo scioglimento e votato favorevolmente la fusione in una precedente assemblea. Le nuove cariche e le commissioni di lavoro saranno rinnovate in occasione delle elezioni previste per il 10 maggio a Verona durante il Solarexpo. Il settore del fotovoltaico e’ oggi un comparto maturo che necessita di confrontarsi attivamente con le Istituzioni e con l’opinione pubblica: una rinnovata e rafforzata associazione facilitera’ inoltre anche i rapporti con le altre Associazioni delle Energie Rinnovabili, rendendo piu’ snello il confronto e l’individuazione di posizioni condivise nell’interesse delle aziende associate ma anche nell’interesse dell’intero Paese. L’incorporazione e’ quindi arrivata all’indomani della diffusione del documento dei Ministeri con cui sono stati resi pubblici i tratti salienti dei prossimi decreti in materia di Rinnovabili e Quinto Conto Energia. Assosolare – assieme alle altre Associazioni – si rammarica nel constatare che dopo la riunione degli Stati Generali delle Rinnovabili, i Ministeri non abbiamo organizzato gli incontri concordati con le singole parti. Particolarmente soddisfatto del risultato ottenuto è Michele Appendino, Consigliere Vicario del Presidente e membro del Consiglio Direttivo di Assosolare: “Fin dallo scorso settembre mi sono prodigato nel tentativo di unificare le varie associazioni di categoria del settore. E’ evidente che avere in Italia una sola entità associativa avrebbe un raggio d’azione e un peso decisamente maggiore anche in termini negoziali con le Istituzioni: per Assosolare il compattamento dei ranghi era e rimane un obiettivo primario. Questo con Asso Energie Future è solo un primo passo, molto importante, nel processo di unificazione associativa. Abbiamo già in cantiere un’altra incorporazione più piccola e manteniamo il dialogo con tutte le altre Associazioni rilevanti sperando che magari il V Conto Energia agisca da catalizzatore”. Anche per Gianni Chianetta, Presidente di Assosolare: “questa unione apre la strada ad un processo inverso rispetto al proliferarsi delle associazioni industriali del fotovoltaico e delle rinnovabili in generale. Sono confidente sul fatto che con questo passo, che era uno degli obiettivi primari del nostro mandato, stimoleremo l’aggregazione tanto voluta dalle aziende del fotovoltaico, ma finora ostacolata da interessi che nulla hanno a che vedere con quelli del settore. Mi auspico che si proceda in tempi brevi anche alla nascita di una Federazione delle Rinnovabili, che ora più che mai ha senso di esistere. Gli ennesimi provvedimenti contro le rinnovabili e che si spacciano per pro-rinnovabili, dovrebbero far riflettere e mi auguro che il 18 Aprile a Roma saremo in tanti a manifestare per tutelare un settore che occupa in Italia oltre 100 mila addetti che rappresenta un’economia strategica per il futuro sostenibile del nostro Paese”.

 

Related Posts

SolarEdge Home a MCE 2022

SolarEdge Home a MCE 2022

BayWa r.e. a MCE: “Ripensa la tua energia, con noi”

BayWa r.e. a MCE: “Ripensa la tua energia, con noi”

Perché la sostenibilità guadagna sempre più terreno

Perché la sostenibilità guadagna sempre più terreno

Riciclo batterie al piombo, il nuovo impianto Sunlight Group

Riciclo batterie al piombo, il nuovo impianto Sunlight Group