Ottobre 31, 2012

Giovanni Corti

I moduli fotovoltaici Zhongli Talesun superano con successo i test di corrosione da nebbia salina e ammoniaca e le prove PID

Zhongli Talesun Solar  ha annunciato il superamento di una serie di test da parte dei propri moduli fotovoltaici della gamma TP672M/P, TP660M/P, TP596M e TP572M. Le prove, condotte da TUV Rheinland, hanno valutato la resistenza alla corrosione da nebbia salina, la corrosione da ammoniaca e il test PID a 85° Celsius. Ad oggi, Talesun è uno dei pochi produttori di moduli ad aver superato i test realizzati da TUV Rheinland.

Zhongli Talesun Solar  ha annunciato il superamento di una serie di test da parte dei propri moduli fotovoltaici della gamma TP672M/P, TP660M/P, TP596M e TP572M. Le prove, condotte da TUV Rheinland, hanno valutato la resistenza alla corrosione da nebbia salina, la corrosione da ammoniaca e il test PID a 85° Celsius. Ad oggi, Talesun è uno dei pochi produttori di moduli ad aver superato i test realizzati da TUV Rheinland.

TUV Rheinland ha condotto il test di corrosione da nebbia marina, in conformità alla normativa IEC61701 livello 6, e quello di corrosione da ammoniaca, conforme IEC62716 ED 1 Draft B, sui moduli segnalati da Talesun. Questi rispettano appieno tutti i requisiti degli standard in termini di produzione energetica, continuità a terra, dispersione di corrente in ambiente umido, isolamento e altri ancora. I risultati ottenuti dai moduli Talesun ne hanno comprovato la resistenza in termini di sicurezza e prestazioni anche in contesti particolarmente estremi come nel caso di aree costiere, ambienti a elevata salinità e aree agricole.

Inoltre, Talesun ha deciso di sottoporre i propri moduli anche al test PID (Potential Induced Degradation) al fine di verificare e garantire le loro prestazioni. Il degrado del potenziale indotto (PID) è un fenomeno causato dal potenziale di alta tensione che può comportare una perdita di energia e un calo nelle prestazioni dei moduli PV, esercitando in questo modo un’influenza negativa sulla capacità di resa e sull’energia prodotta dal sistema. Nella peggiore delle ipotesi, il livello di degradazione della potenza prodotta porta ad un perdita superiore al 50%; si tratta quindi di una questione di grande rilevo per clienti e fabbricanti del settore.
In generale esistono tre diversi tipi di condizioni in cui viene eseguito il test PID:

1) Esposizione dei moduli a 1000V di tensione bias per 96 ore alla temperatura dell’aria;
2) Esposizione dei moduli a 1000V di tensione bias per 168 ore alle condizioni di 60C/85% di umidità relativa;
3) Esposizione dei moduli a 1000V di tensione bias per 96 ore alle condizioni di 85C/85% di umidità relativa.

La terza situazione è considerata quella più severa. I moduli Talesun non solo hanno superato questa prova, ma in precedenza avevano superato anche un altro test PID relativo alla prima condizione di verifica. Naturalmente in fase di test le condizioni di riferimento sono state rese sostanzialmente più severe rispetto a quanto previsto dagli standard. Le performance eccellenti dei moduli Talesun hanno trovato grande apprezzamento anche da parte degli ingegneri di TUV Rheinland.

David Chen, Vice President di Zhongli Talesun, ha commentato: “I test provano l’eccellenza delle prestazioni e l’affidabilità dei moduli Talesun. Nel rispetto della nostra mission aziendale ‘attenzione alla qualità e lungimiranza’, Talesun manterrà questo vantaggio continuando a offrire ai clienti prodotti della massima qualità”.

Related Posts

Energia solare: Yogev Barak, CMO di SolarEdge Technologies

Energia solare: Yogev Barak, CMO di SolarEdge Technologies

Dove va il mercato fotovoltaico? Il punto con Alessandro Barin, CEO FuturaSun

Dove va il mercato fotovoltaico? Il punto con Alessandro Barin, CEO FuturaSun

Moduli a film sottile prodotti in modo responsabile

Moduli a film sottile prodotti in modo responsabile

Iberdrola avvia il suo primo impianto fotovoltaico in Italia

Iberdrola avvia il suo primo impianto fotovoltaico in Italia