Giugno 7, 2011

Francesco Ferrari

Attivo il portale del GSE per il quarto Conto Energia

Il GSE ha reso noto che è diventata operativa, nel suo portale Internet, l'area relativa alla presentazione delle richieste di riconoscimento delle tariffe incentivanti del Quarto Conto Energia ( l'invio delle richieste di incentivazione può avvenire infatti esclusivamente per via telematica).

Il GSE ha reso noto che è diventata operativa, nel suo portale Internet, l'area relativa alla presentazione delle richieste di riconoscimento delle tariffe incentivanti del Quarto Conto Energia ( l'invio delle richieste di incentivazione può avvenire infatti esclusivamente per via telematica).

Il GSE rammenta, inoltre, che possono usufruire degli incentivi gli impianti che entrano in esercizio a decorrere dal primo giugno 2011, ma che non accedono ai benefici previsti dalla L.129/2010, a seguito di interventi di nuova costruzione, rifacimento totale o potenziamento, appartenenti alle categorie degli impianti “su edifici” o “altri impianti” (Titolo II del DM 5/5/2011).

I soggetti responsabili degli impianti oppure i referenti tecnici delegati, per richiedere gli incentivi dovranno usare questo portale applicativo del GSE ( https://applicazioni.gse.it),   su cui è pubblicata anche una guida all'utilizzo.

Sul portale, inoltre, si possono reperire anche i modelli in formato PDF che devono essere usati per la richiesta di incentivazione fra cui quelli relativi alla richiesta di concessione della tariffa incentivante, la scheda tecnica finale d’impianto e la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

 

 

Related Posts

Autoconsumo: cos’è? Quando conviene? Come realizzarlo?

Autoconsumo: cos’è? Quando conviene? Come realizzarlo?

VP Solar e Jinko Solar, partner per l’innovazione tecnologica

VP Solar e Jinko Solar, partner per l’innovazione tecnologica

SENEC commenta l’approvazione del DL Aiuti bis

SENEC commenta l’approvazione del DL Aiuti bis

Caro bollette ed elezioni 2022, la ricetta di Italia Solare

Caro bollette ed elezioni 2022, la ricetta di Italia Solare