Marzo 12, 2012

Cristiano Sala

Veneto, norme precise per il fotovoltaico a terra

In questi giorni l’amministrazione regionale del Veneto sta valutando i criteri di selezione delle aree e dei siti per la realizzazione di impianti FV a terra. In particolar modo si intende vincolare le zone più critiche, contraddistinte da forti biodiversità, dalla presenza di un paesaggio rurale da preservare e le aree agroalimentari locali.

In questi giorni l’amministrazione regionale del Veneto sta valutando i criteri di selezione delle aree e dei siti per la realizzazione di impianti FV a terra. In particolar modo si intende vincolare le zone più critiche, contraddistinte da forti biodiversità, dalla presenza di un paesaggio rurale da preservare e le aree agroalimentari locali.

I siti non idonei individuati comprendono anche quelli con interesse ambientale e storico. In generale, la realizzazione degli impianti è subordinata alla compatibilità delle strutture con gli atti di pianificazione vigente e con gli strumenti di tutela specificati dalle normative di settore. Le strutture con potenza sino a 6 kW sono considerate nella categoria per autoconsumo e non rientrano nelle restrizioni previste dalla norma, che è ora in fase di valutazione presso la Commissione consiliare competente.

In merito a queste valutazioni, l’assessore regionale ai lavori pubblici e all’energia, Massimo Giorgetti afferma:”Il nostro obiettivo è quello di rendere il più agevole, snello e veloce possibile l’iter di autorizzazione alla costruzione e all’esercizio degli impianti da fonti rinnovabili, offrendo agli operatori un quadro certo e chiaro di riferimento e orientamento per la loro localizzazione, ma sempre nel pieno rispetto degli strumenti di pianificazione ambientale, territoriale e paesaggistica”. “Cittadini e aziende erano in attesa che si facesse la necessaria chiarezza su questi delicati aspetti che condizionano l’attività in un settore di grande interesse economico e ambientale”.

Tag

Related Posts

Gestione dell’energia, CHINT a KEY 24

Gestione dell’energia, CHINT a KEY 24

Fronius, sfruttare al massimo l’energia del sole

Fronius, sfruttare al massimo l’energia del sole

Eliminata la tassa da 10 euro al kW prevista dal DL Energia

Eliminata la tassa da 10 euro al kW prevista dal DL Energia

Bilanciare i consumi e la rete con l’accumulo di energia

Bilanciare i consumi e la rete con l’accumulo di energia