Giugno 20, 2012

Cristiano Sala

Gefran e Enertronica per il fotovoltaico in Sudafrica

Gefran e Enertronica hanno siglato un accordo per la partecipazione a nuovi progetti per la produzione di energia pulita in Sudafrica. Si tratta di un’economia in forte crescita e le due aziende italiane hanno scelto di offrire la propria esperienza per la realizzazione delle infrastrutture necessarie per la generazione di energia rinnovabile.

Gefran e Enertronica hanno siglato un accordo per la partecipazione a nuovi progetti per la produzione di energia pulita in Sudafrica. Si tratta di un’economia in forte crescita e le due aziende italiane hanno scelto di offrire la propria esperienza per la realizzazione delle infrastrutture necessarie per la generazione di energia rinnovabile.

Nel paese è infatti in atto un processo di incentivazione delle fonti rinnovabili, avviato dal Ministero dell’Energia sudafricano e valido sino al 2030. L’intento è quello di arrivare a una produzione di energia green pari a 25 GW.
Entro il 2014 la potenza installata sarà suddivisa in 1.850 MW di impianti eolici, 1.450 MW di impianti solari fotovoltaici e circa 200 MW di impianti solari termici.
Il sistema di incentivi è basato sulla creazione di Indipendent Power Producer, per progetti da 5 a 100 MW, basandosi su un sistema simile alle feed-in-tariff per gli impianti da 1 a 5 MW.
La gara per la realizzazione dei progetti è suddivisa in 5 tranche, tra le richieste fondamentali imposte dal Governo, l’impiego di almeno il 30% di materiale prodotto da società sudafricane. Per facilitare l’integrazione di materiale locale, Gefran e Enertronica hanno deciso di aprire a Cape Town un’unità industriale di circa 5.000 mq, nella quale saranno delocalizzate differenti linee produttive. Tra queste, la catena di produzione di inverter con range di potenza tra i 20 kW e i 330 kW, l’assemblaggio di quadri e container modulari sino a 1,6 MWp, la progettazione e realizzazione di strutture di fissaggio e di tracking monoassiali e biassiali per impianti fotovoltaici.
Le società hanno un obiettivo potenziale di circa 300 MW in 3 anni, con un investimento a regime di circa 3 milioni di Euro.

Related Posts

Autodromo di Imola, il crowdfunding per il revamping fotovoltaico

Autodromo di Imola, il crowdfunding per il revamping fotovoltaico

Fotovoltaico, VP Solar Academy prende il via il 27 settembre

Fotovoltaico, VP Solar Academy prende il via il 27 settembre

Gruppo Tadiran, H1 2022 in forte crescita

Gruppo Tadiran, H1 2022 in forte crescita

Costo energia, per ANIE a rischio elettrotecnica ed elettronica

Costo energia, per ANIE a rischio elettrotecnica ed elettronica