Marzo 22, 2011

Cristiano Sala

Decreto Rinnovabili, la posizione di Enerpoint

Paolo Rocco Viscontini, presidente e AD di Enerpoint, durante una conferenza stampa  indetta alcuni giorni fa ad Assago, ha analizzato il panorama del fotovoltaico per il 2011, le prospettive future e i risvolti occupazionali.

Paolo Rocco Viscontini, presidente e AD di Enerpoint, durante una conferenza stampa  indetta alcuni giorni fa ad Assago, ha analizzato il panorama del fotovoltaico per il 2011, le prospettive future e i risvolti occupazionali.

Il presidente ha analizzato il possibile panorama nel mercato del fotovoltaico per il 2011 anche alla luce del recente Decreto Rinnovabili. A seguito delle analisi effettuate per l’anno appena trascorso, un anno da record per Enerpoint. L’azienda, tra i primi 10 player europei, impiega 100 persone giovani e ha incrementato il numero delle assunzioni a tempo indeterminato, raggiungendo un incremento di fatturato del 200% nel 2009.

Viscontini si è concentrato sulle prospettive future e sui risvolti occupazionali derivanti dall’approvazione del “Decreto Rinnovabili”, da parte del Governo.

Infatti, nonostante la crescita costante del settore, si è scelto di approvare un provvedimento che rischia di compromettere irreparabilmente un settore che fattura 40 miliardi di euro e impiega circa 100.000 dipendenti. Paolo Rocco Viscontini dichiara: “Dal 2007 al 2011 sono stati istallati circa 5000 MWp per una copertura del 2,5% del fabbisogno energetico nazionale. Una famiglia italiana avrà un costo in bolletta di circa 15 euro annui per il fotovoltaico. I costi del fotovoltaico non pesano sul bilancio dello Stato, che invece ne trae beneficio. Nel solo 2010 le aziende del settore hanno generato entrate fiscali pari a circa 1,9 miliardi di euro”.

Di fatto, i vantaggi del fotovoltaico risultano particolarmente evidenti, dalla produzione di energia pulita, alla riduzione di emissioni di CO2. Per tentare di salvaguardare le aziende e l’indotto di questo ambiente produttivo, Enerpoint sta creando una sinergia fra tutte le società e le associazioni del settore per garantire un’informazione corretta e chiara.

Related Posts

SENEC: come risparmiare fino al 50% sui costi in bolletta

SENEC: come risparmiare fino al 50% sui costi in bolletta

Maxeon Solar controlla la sostenibilità dei fornitori

Maxeon Solar controlla la sostenibilità dei fornitori

SENEC commenta l’approvazione del DL Aiuti bis

SENEC commenta l’approvazione del DL Aiuti bis

Caro bollette ed elezioni 2022, la ricetta di Italia Solare

Caro bollette ed elezioni 2022, la ricetta di Italia Solare