Gennaio 18, 2012

Cristiano Sala

Il fotovoltaico per l’aeroporto di Bruxelles

La società che gestisce l’aeroporto di Bruxelles ha scelto di installare un imponente impianto fotovoltaico sul tetto dello scalo belga. Si tratta di un’installazione di oltre 30mila m², capace di produrre 1,5 GWh di energia all’anno.

La società che gestisce l’aeroporto di Bruxelles ha scelto di installare un imponente impianto fotovoltaico sul tetto dello scalo belga. Si tratta di un’installazione di oltre 30mila m², capace di produrre 1,5 GWh di energia all’anno.

Per realizzarlo sono stati utilizzati 7.220 moduli mono-cristallini, per una capacità complessiva di 1,7 MW. Volendo fare una proporzione, una simile potenza è in grado di soddisfare il bisogno di circa 450 famiglie. Nello specifico, l’impianto copre appena l’1% del fabbisogno energetico dell’aeroporto. Nonostante l’apporto possa sembrare minimo, la struttura rientra nella politica green del paese e permette di ridurre le emissioni dannose per l’ambiente.

A tale proposito, Arnaud Feist, direttore dell’aeroporto, commenta: “Avevamo già preso l’impegno di una politica di gestione sostenibile dell’energia, riducendo in modo significativo le emissioni di CO2 nell’ambito del programma Airport Carbon Accreditation. Per motivi tecnici, la quota delle rinnovabili nel nostro mix energetico rimane piccola, al momento, ma anche l’uno per cento è un passo importante nel consumo giornaliero di 20.000 dipendenti e 50.000 passeggeri”.

 

Related Posts

Utility Day: la commodity non è l’energia ma il processo

Utility Day: la commodity non è l’energia ma il processo

EPC contractor, Solarpack assorbe le attività in Spagna e Italia di Solaer

EPC contractor, Solarpack assorbe le attività in Spagna e Italia di Solaer

Moduli fotovoltaici back contact, FuturaSun partner IBC4EU

Moduli fotovoltaici back contact, FuturaSun partner IBC4EU

SENEC: come risparmiare fino al 50% sui costi in bolletta

SENEC: come risparmiare fino al 50% sui costi in bolletta