Novembre 3, 2010

Giovanni Corti

Da 260 a 1.100 GW nel 2030 nel Sunbelt

I Paesi che si trovano nella cosiddetta Fascia Solare (Sunbelt), ovvero tutti i Paesi situati nell’area compresa tra il 35° parallelo Nord e Sud rispetto all'equatore, rappresentano oggi quasi il 75% della popolazione mondiale e il 40% della domanda globale di energia elettrica.

I Paesi che si trovano nella cosiddetta Fascia Solare (Sunbelt), ovvero tutti i Paesi situati nell’area compresa tra il 35° parallelo Nord e Sud rispetto all'equatore, rappresentano oggi quasi il 75% della popolazione mondiale e il 40% della domanda globale di energia elettrica.

Inoltre, quasi l'80% della crescita prevista per la domanda mondiale di elettricità nei prossimi 20 anni verrà dalle economie in rapido sviluppo di tale regione. Caratterizzati da un'intensa irradiazione solare e, spesso, da elevati prezzi per l'energia elettrica, i paesi del Sunbelt, nei quali il fotovoltaico ha un potenziale competitivo unico, costituiscono una enorme opportunità di trasformare il fotovoltaico in una fonte di energia importante entro il 2020 e in una delle principali fonti di elettricità entro il 2030.

Questi i risultati dello studio “Unlocking the Sunbelt potential of photovoltaics” (Sviluppare il potenziale del fotovoltaico nella Fascia Solare”) presentato dall'Associazione Europea dell'Industria Fotovoltaica (EPIA). Realizzato in collaborazione con la società di consulenza strategica A.T. Kearney, lo studio analizza in dettaglio 66 dei 148 Paesi del Sunbelt, che rappresentano 5 miliardi di persone e il 95% della popolazione nella regione. Nonostante l’irradiazione solare sia estremamente elevata in questi paesi, ad oggi essi rappresentano solamente il 9% della capacità globale di fotovoltaico installata, a chiara dimostrazione che l'elevato potenziale solare di questi paesi resta ancora prevalentemente non sfruttato.

“Questo studio è di notevole importanza dal momento che, avvalendosi di fatti e dati, mette in luce l'immenso potenziale di energia fotovoltaica dei paesi del Sunbelt – ha affermato Adel El Gammal, Segretario Generale di EPIA. Il fotovoltaico, grazie alla sua specifica essenza, rappresenta sempre più un'alternativa democratica, pulita e competitiva ai combustibili tradizionali e diventerà senza dubbio una delle principali fonti di energia elettrica, capace di soddisfare la crescente domanda di elettricità da parte delle economie in sviluppo nella regione del Subelt e nelle altre regioni del mondo”.

Lo studio, che nei singoli paesi tiene conto di criteri quali l'attrattività dell'investimento e il potenziale competitivo del fotovoltaico, delinea 3 scenari di sviluppo possibili. Evidenzia inoltre che, in base allo scenario, il potenziale di energia fotovoltaica nei Paesi del Sunbelt può variare da 60 a 250 GW entro il 2020, e da 260 a 1.100 GW nel 2030, che equivalgono al 27-58% della capacità globale di fotovoltaico installato prevista per quegli anni. Con la riduzione del costo dei sistemi stimata fino al 66% nel 2030, l'elettricità fotovoltaica, già oggi competitiva in diversi paesi grazie con alcune tecnologie di generazione di picco, vedrà una rapida contrazione dei costi di generazione.

“Presupponendo un ulteriore sviluppo tecnologico è possibile concludere senza timori che i moduli e gli inverter seguiranno la rispettiva e ben nota curva di evoluzione dei prezzi, che si tradurrà in un costo di generazione di energia fotovoltaica equivalente a 6-12 centesimi di euro/kWh entro il 2020 e di soli 4-8 centesimi di euro/kWh entro il 2030 – ha illustrato Hoffmann, Vice-Presidente di EPIA. Già nel 2020 l'energia fotovoltaica sarà competitiva rispetto ai costi di generazione delle centrali elettriche a carbone pulite, mentre nel 2030 tutte le tecnologie per la generazione di energia elettrica convenzionali saranno più costose rispetto al fotovoltaico”.

A parte la Cina, tutti i 10 principali mercati mondiali del fotovoltaico si trovano attualmente all'esterno della regione del Sunbelt. Lo studio EPIA evidenzia la necessità di incoraggiare l'industria del fotovoltaico e i governi dei paesi a dotarsi delle capacità necessarie per servire questi mercati molto importanti nel prossimo futuro, e a moltiplicare gli sforzi per contribuire in modo significativo alla creazione di valore economico per i loro Paesi.

Related Posts

FuturaSun illustra il futuro del fotovoltaico alla WCPEC

FuturaSun illustra il futuro del fotovoltaico alla WCPEC

FuturaSun: Erik Eikelboom entra nel team R&D

FuturaSun: Erik Eikelboom entra nel team R&D

Sistemi fotovoltaici tridimensionali, le sculture Dynamo

Sistemi fotovoltaici tridimensionali, le sculture Dynamo

Fotovoltaico e ricerca: SENEC con Unisalento e CNR Nanotec

Fotovoltaico e ricerca: SENEC con Unisalento e CNR Nanotec