Giugno 17, 2012

Cristiano Sala

Moduli Q.CELLS, protezione illimitata all’effetto PID

Q.CELLS ha raggiunto un traguardo particolarmente importante per il segmento delle celle fotovoltaiche, producendo moduli che privi di effetto PID (Potential Induced Degradation). Questo fenomeno influenza negativamente il rendimento energetico dei moduli fotovoltaici, causandone la perdita di efficienza quando soggetto a un voltaggio altamente negativo tra cella fotovoltaica e terreno.

Q.CELLS ha raggiunto un traguardo particolarmente importante per il segmento delle celle fotovoltaiche, producendo moduli che privi di effetto PID (Potential Induced Degradation). Questo fenomeno influenza negativamente il rendimento energetico dei moduli fotovoltaici, causandone la perdita di efficienza quando soggetto a un voltaggio altamente negativo tra cella fotovoltaica e terreno.


Con l’annuncio di pochi giorni fa, il Fraunhofer Center for Photovoltaics (CSP), ha confermato che i moduli fotovoltaici di Q.CELLS sono in grado di prevenire questo rischio e di mantenere inalterato il rendimento complessivo.
I test specifici sono stati condotti confrontando 13 tipologie di moduli di differenti marchi e sottoponendo ciascun campione a prove di PID accelerato. Ogni moduli sfrutta una struttura a specchio con 60 celle fotovoltaiche multicristalline da 6″. Ben nove prodotti hanno dimostrato una perdita di rendimento del 90%, con una perdita media del rendimento nominale del 56%.
Nello specifico, il modulo Q.CELLS Q.PRO non ha registrato perdite di rendimento rispetto a quanto dichiarato nelle specifiche iniziali. La società si dichiara soddisfatta dai risultati ottenuti e sottolinea come le tecnologie proprietarie sviluppate nel tempo costituiscano il fondamento delle linee di prodotto a marchi Q.CELLS. Tra queste, la piattaforma Hot Spot Protect e al codice unico di tracciabilità Tra.Q integrato su ogni singola cellula, che rientrano a far parte del sistema Yelds Security, in grado di assicurare rendimenti dimostrabili e stabili da cellule a moduli.

Moduli Q.CELLS, protezione illimitata all’effetto PID

Karl Heinz Küsters, Responsabile Ricerca & Sviluppo di Q.CELLS dichiara: “Siamo estremamente soddisfatti dei risultati dimostrati che riconfermano la nostra esperienza di lunga data e la qualità dei prodotti, da sempre dichiarata”. “Grazie all’intesa attività di ricerca, già in passato, Q.CELLS è stata in grado di fornire una soluzione all’effetto PID; oggi può garantire ai propri clienti un livello qualitativo reale, misurabile e sostenibile al fine di assicurare rendimenti sicuri e privi di perdite di efficienza”.

Related Posts

VP Solar e Jinko Solar, partner per l’innovazione tecnologica

VP Solar e Jinko Solar, partner per l’innovazione tecnologica

FuturaSun illustra il futuro del fotovoltaico alla WCPEC

FuturaSun illustra il futuro del fotovoltaico alla WCPEC

FuturaSun: Erik Eikelboom entra nel team R&D

FuturaSun: Erik Eikelboom entra nel team R&D

First Solar, 500 MW di moduli a film sottile per Akuo

First Solar, 500 MW di moduli a film sottile per Akuo