Giugno 7, 2013

Cristiano Sala

La fine del Quinto Conto Energia

Il 6 giugno è stata raggiunta la soglia di 6,7 miliardi di Euro, per quanto riguarda il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi relativi al comparto fotovoltaico. Questo è quanto segnala l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg), con la delibera 250/2013/R/efr.

Il 6 giugno è stata raggiunta la soglia di 6,7 miliardi di Euro, per quanto riguarda il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi relativi al comparto fotovoltaico. Questo è quanto segnala l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg), con la delibera 250/2013/R/efr.

Stando a quanto deliberato sui dati del GSE e rispettando a quanto previsto dal decreto interministeriale del 5 luglio 2012, la scadenza del Quinto Conto energia si attiva a 30 giorni dal raggiungimento di questa soglia.

Pertanto la data di chiusura ufficiale del regime incentivante sarà il 6 luglio 2013.
La chiusura del Conto Energia, giunto alla quinta revisione e introdotto per la prima volta nel 2005, avvia una nuova fase per il mercato italiano, dove autoconsumo e accumulo giocheranno un ruolo fondamentale.
Gli impianti incentivati, secondo i dati del GSE sono, ad oggi, oltre 531mila, per una potenza che supera i 18mila MW.

Tag

Related Posts

E-mobility: con la ricarica intelligente risparmio garantito

E-mobility: con la ricarica intelligente risparmio garantito

Valbormida: oltre 13 GWh annui di energia green da Shell

Valbormida: oltre 13 GWh annui di energia green da Shell

AEROCOMPACT presenta i nuovi ganci per i tetti a tegole

AEROCOMPACT presenta i nuovi ganci per i tetti a tegole

PNIEC/Assistal – Confindustria: troppe norme poco chiare

PNIEC/Assistal – Confindustria: troppe norme poco chiare