Gennaio 31, 2013

Cristiano Sala

Dalla Finlandia, celle solari al silicio nero

Gli studiosi finlandesi della Aalto University sono riusciti a mettere a punto innovative celle capaci di assorbire al meglio la radiazione luminosa emessa dal sole. I pannelli fotovoltaici al silicio nero garantiscono una maggiore ricettività e una minore riflessione dei raggi luminosi su buona parte dello spettro solare.

Gli studiosi finlandesi della Aalto University sono riusciti a mettere a punto innovative celle capaci di assorbire al meglio la radiazione luminosa emessa dal sole. I pannelli fotovoltaici al silicio nero garantiscono una maggiore ricettività e una minore riflessione dei raggi luminosi su buona parte dello spettro solare.

In questo modo le celle sono capaci di assorbire una maggiore quantità di fotoni e di energia, per la conversione in elettricità.
Secondo Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems, in Germania, l’utilizzo del silicio nero potrebbe portare a interessanti sviluppi futuri, grazie alla capacità di limitare la riflessione della luce entro valori inferiori all’1%.

Si tratta di un materiale in fase di sviluppo e che deve superare ancora alcune limitazioni tecnico/pratiche prima di una applicazione sui prodotti di massa, prima tra tutte la limitata risposta spettrale nel campo delle lunghezze d’onda più corte.

 

Tag

Related Posts

SolarEdge consegna le nuove batterie per accumulo di energia

SolarEdge consegna le nuove batterie per accumulo di energia

Fotovoltaico: la produzione in Europa va sostenuta con forza

Fotovoltaico: la produzione in Europa va sostenuta con forza

Fotovoltaico e digitalizzazione dell’energia in Italia

Fotovoltaico e digitalizzazione dell’energia in Italia

Ridondanza completa con i moduli di Phoenix Contact

Ridondanza completa con i moduli di Phoenix Contact